Cessione Trapani – Il Trapani Calcio, società che milita nel campionato di Serie C, sarebbe in procinto di cambiare proprietà. Il club infatti dovrebbe essere acquisito da una cordata avellinese, capeggiata da Maurizio De Simone. L’acquirente, già vicino all’Avellino Calcio di Taccone e al Matera di Lamberti, sembra dunque destinato ad intraprendere questa nuova avventura.

Lega Pro, gli stadi di metà dei club non in regola per la prossima Serie C

A tal proposito, questo pomeriggio la Lega Pro ha diramato un comunicato esprimendo preoccupazione per le sorti del club e auspicando una gestione adeguata della società. «Abbiamo appreso – si legge nella nota – che questo pomeriggio dovrebbe aver luogo il trasferimento della totalità delle quote della società Trapani Calcio. […] Non possiamo nascondere la nostra preoccupazione dopo aver effettuato una sia pur sommaria verifica della visura camerale e del bilancio della società che ci è stata indicata quale cessionaria delle quote del Trapani».

​«Oltretutto – prosegue il comunicato – i costi di gestione di tale società non sono tra i più bassi nella nostra Lega e pertanto ci permettiamo di chiedere all’attuale proprietà un’attenta riflessione sull’eventuale cessione che, comunque, non potrà ritenersi perfezionata agli effetti sportivi se i soggetti acquirenti non siano in grado di rispettare i parametri di onorabilità e solvibilità previsti dal nostro sistema».

Cessione Trapani, i requisiti richiesti per l’acquisto di un club

In particolare, la Lega Pro ha ricordato che «le acquisizioni che determinino una partecipazione in misura non inferiore al 10% al capitale di una società sportiva affiliata alla FIGC ed associata alla Lega Pro, potranno essere effettuate soltanto da soggetti che soddisfino gli specifici requisiti di onorabilità e di solidità finanziaria».



In particolare, i soggetti interessati alla acquisizione dovranno presentare alla Lega la dichiarazione di almeno un istituto di credito di primaria importanza nazionale e/o estera, con il quale abbiano rapporti economici da almeno un anno, che attesti: una buona base finaziaria, che l’acquirente sia valido in ordine agli impegni assunti, che le risorse finanziarie provengano dall’attività economico-sociale dell’acquirente o dalla disponibilità di altre fonti lecite.

Serie C da record: superati i 100 punti di penalizzazione

La mancata presentazione della documentazione o la mancanza, anche parziale di uno solo dei requisiti, non consente il riconoscimento, ai fini sportivi, del trasferimento delle quote e/o azioni all’acquirente e determina l’impossibilità per la Società sportiva di associarsi alla Lega per la stagione sportiva immediatamente successiva all’acquisizione.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here