trattativa fallita genoa preziosi gallazzi genoa divorzio da Barabino
Il Presidente del Genoa Enrico Preziosi (Insidefoto.com)

Multa Preziosi – Il Genoa e il suo presidente Enrico Preziosi sono stati sanzionati dal Tribunale Federale Nazionale a seguito delle dichiarazioni di quest’ultimo sull’operato dell’arbitro Marco Di Bello nell’incontro tra Roma e Genoa del 16 dicembre 2018. Per il presidente e per la società, ammende di 10.000 euro ciascuno.

Serie C, penalizzate Cuneo e Reggina: superata quota -100

La sanzione è stata comminata a Preziosi «per avere lo stesso, a mezzo di un intervento nel corso del programma radiofonico “Radio Anch’io Sport” in onda sulle frequenze di “Radio Rai Uno”, […] espresso pubblicamente dichiarazioni lesive della reputazione del sig. Marco Di Bello».

In particolare, Preziosi si era espresso con toni piuttosto duri sulle scelte del direttore di gara: «Ci sono voluti 4 minuti per vedere un centimetro in più di un nostro giocatore per annullarlo. Poi su un rigore clamoroso l’arbitro si è tirato indietro e non è andato a vedere niente. Mi vengono cattivi pensieri e basta».

Cairo prosciolto: nessuna sanzione per le dichiarazioni sugli arbitri post-derby

Preziosi aveva poi aggiunto: «Si è rifiutato di consultare il video con il Var che non è intervenuto. Sono in malafede. Io a 70 anni voglio sentirmi libero di dire ciò che penso e in quell’episodio c’è stata solo una grandissima malafede con un arbitro che si è rifiutato di guardare il video davanti a un errore evidente. Bisogna capire quali sono i motivi. Di Bello? Non dovrebbe più arbitrare».



Da qui, la decisione del Tribunale Federale Nazionale di disporr l’applicazione delle seguenti sanzioni:

- per il Sig. Enrico Preziosi, ammenda di € 10.000,00 (Euro diecimila/00).

- per la società Genoa C. and FC Spa, ammenda di € 10.000,00 (Euro diecimila/00).

SEGUI LE GARE DI SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here