Ricavi commerciali squadre di calcio 2008
(Foto Federico Tardito / OnePlusNine / Insidefoto)

Classifica ricavi commerciali squadre calcio 2018 – E’ il Real Madrid la società di calcio con i maggiori ricavi commerciali nella stagione 2017-2018. Secondo le rilevazioni della Deloitte Football Money League, i campioni d’Europa hanno visto i propri ricavi commerciali balzare del 18% a 356 milioni di euro nella scorsa stagione, salendo al primo posto nella graduatoria che lo scorso anno vedeva primeggiare il Bayern di Monaco davanti al Manchester United.

Il club bavarese, secondo nel 2018, si conferma, in ogni caso, una macchina da soldi dal punto di vista commerciale, con ricavi pari a 349 milioni (+2% rispetto al 2017), mentre scende al quarto posto il Manchester United, i cui ricavi commerciali, secondo le rilevazioni di Deloitte, hanno subito una flessione del 3% a 316 milioni di euro (il dato, come per tutti i club inglesi in classifica, è influenzato dal cambio tra euro e sterlina).

Classifica ricavi commerciali squadre calcio – I primi 15 club sono cresciuti in media del 9,5%

Complessivamente i ricavi commerciali dei primi 15 club sono stati pari a 3,14 miliardi, in crescita del 9,5% rispetto ai 2,87 miliardi del 2017.

Classifica ricavi commerciali squadre calcio – Inter al top in Italia

Rispetto al tasso di crescita medio del campione, i due club italiani nella top 15, l’Inter e la Juventus, hanno fatto meglio.

I nerazzurri, che si confermano anche nel 2018 il primo club italiano per ricavi commerciali, hanno visto questa fonte di entrate crescere del 14% da 130,1 milioni a 148 milioni.

Merito della nuova proprietà cinese, che da un lato è diventata essa stessa sponsor del club (sebbene nel rispetto dei limiti imposti dalla Uefa), ma che ha aperto all’Inter importanti opportunità di accordi commerciali con aziende cinesi a asiatiche, in rapporti di affari con il gruppo Suning.

Classifica ricavi commerciali squadre calcio – Le prospettive di crescita della Juve

La Juventus, secondo le rilevazioni di Deloitte, ha chiuso invece il 2018 con ricavi commerciali a quota 143 milioni, mettendo a segno però una crescita del 25% rispetto al 2017. Crescita che dovrebbe continuare anche nel 2019 grazie all’effetto Cristiano Ronaldo, che si è già tradotto nel rinnovo dell’accordo di sponsorizzazione tecnica con Adidas a cifre superiori a quelle del 2018.

Club 2018 2017 %
Real Madrid 356 301,4 18%
Bayern Munich 349 343,4 2%
FC Barcelona 323 296,2 9%
Manchester Utd 316 325,2 -3%
PSG 313 274,1 14%
Manchester City 266 230,5 15%
Chelsea 192 162,7 18%
Liverpool 171 161,6 6%
FC Internazionale 148 130,1 14%
Juventus 143 114,4 25%
Borussia Dortmund 138 148,2 -7%
Arsenal 121 136,5 -11%
Tottenham 116 83,9 38%
Schalke 04 106 94,6 12%
Atletico Madrid 89 70,5 26%
Fonte: Deloitte Football Money League
Dati in milioni di euro

Classifica ricavi commerciali squadre calcio – Milan e Roma fuori dalla top 15

Fuori dalla top 15 dei ricavi commerciali sia il Milan sia la Roma.

I rossoneri si piazzano al 16esimo posto con ricavi commerciali pari a 70 milioni di euro (per un approfondimento sul Milan clicca qui).

I giallorossi sono invece al 17esimo posto con ricavi commerciali che nel 2018, secondo le riclassificazioni di Deloitte, sono stati pari a 48 milioni.

7 COMMENTI

  1. Molto bene.
    E ora con la proprietà tutta cinese sarà ancora meglio…
    Stagione cruciale questa, se ci si qualifica ancora per la Champions si possono già mettere le basi per il rinnovo o ci si prepara al rimpiazzo a scadenza di Pirelli e Nike, visto che gli attuali contratti non sono per niente in linea economicamente con le ambizioni di Suning

    • I dati Deloitte pubblicati , in un contesto normale, imporrebbero le dimissioni di Agnelli,ma poichè Agnelli ed Exor vivono nella propaganda e per la propaganda, non accadrà nulla. Prima del 2006 Juventus con la guida del dott. Giraudo aveva gli stessi ricavi delle top,e ora è fuori dalle prime 10, con un futuro che vedrà Real e Barcellona ristrutturare i loro grandi stadi con una spesa di 500 milioni ciascuno per ricavare ancor più e le squadre inglesi sempre più ricche grazie ai diritti tv e agli stadi. Mentre a Monaco di Baviera c’è l’iconica allianz arena e il marketing collegato che fa incassare il Bayern ogni anno di più.
      Guardate una proprietà serie come Suning come ha fatto sviluppare cosi presto i ricavi dell’Inter, di fatto la Juventus è stata avvicinata grazie ai marchi che sponsorizzaziono l’Inter in Cina. La Juve ne esce ridimensionata ancor più.

  2. Interessante l’evoluzione a partire dal 2014, per le Italiane.

    JUVE 83, 74, 100, 121, 143
    INTER 54, 45, 55, 130, 148
    MILAN 102, 97, 101, 81, 70
    ROMA 38, 35, 36, 33, 48

    Saltano agli occhi alcune cose:
    1) C’è una distanza siderale rispetto ai Top Club. Distanza che si è sempre più allargata.
    2) La Juventus sta crescendo abbastanza bene. Con Ronaldo cresceranno di più i ricavi commerciali, poi però bisogna vedere i costi.
    3) L’Inter da che l’ha presa Suning ha fatto un balzo. Le potenzialità e le sinergie di un gruppo che ha come business la vendita al dettaglio di elettronica, con una presenza capillare in Asia e con la possibilità di intese anche con i tanti fornitori, ai fini di sponsorizzazione dell’Inter, sono evidenti.
    4) Il Milan, che aveva il miglior marchio di tutte, mostra anche nel commerciale “la bontà” delle varie gestioni che si sono susseguite.
    5) La Roma esce pian piano da un disastro, con un proprietario che quando l’ha presa del calcio gli interessava meno che zero. L’ha presa perché li interessava l’affare immobiliare-edilizio da 1,5 mld sui terreni circostanti il futuro stadio nuovo. Poi dati i ritardi nell’iter, ha dovuto interessarsene, anche per non cacciare sempre più soldi.
    Ha iniziato un piano sportivo con Monchi e Di Francesco e parallelamente anche uno commerciale, che ha già portato, pur nel suo piccolo, un discreto risultato, con l’arrivo di Qatar Airways, Hyundai e altre cose minori.

    Aggiungo infine il Napoli di Aurelio De Laurentiis, che non si lascia mai sfuggire l’occasione di andare davanti ai microfoni per “insegnare” a tutti “come si fa”.
    Partisse magari dal suo Club, intanto…
    NAPOLI 37 32 32 34 36 (stima)

  3. Riguardo i ricavi commerciali dell’Inter, qualcuno sa se sono finalmente stati incassati i 100.000.000€ che ancora le aziende cinesi a Novembre non avevano pagato?!
    No perché al momento, se cosi non fosse, questi sono ricavi che però non hanno generano entrate di cassa…
    L anno scorso il cash per la continuità aziendale è arrivato dall emissione del bond da oltre 200.000.000€ Altrimenti la situazione non era così fluida…

    • I bond sono stati emessi per rifinanziare il debito di Goldman Sachs.
      Non per la continuità aziendale.
      Faccio presente che un’azienda non è un pensionato che aspetta l’arrivo della pensione per avere il “cash”.
      Le aziende utilizzano varie forme di finanziamento finalizzate alla copertura dei fabbisogni finanziari della propria attività: linee di credito per anticipi di cassa e crediti di firma, factoring, operazioni di leasing finanziario, linee di credito e finanziamenti a medio–lungo termine.

      Ad esempio la Juventus ha 110 milioni già factorizzati su crediti con scadenze superiori all’anno relativi a rate da incassare per la vendita di giocatori .

      • Riprendo da Calcio e Finanza del 23.10.2018
        “«Mentre aumentiamo il volume di accordi di sponsorizzazione e diritti dei media con controparti in Cina», sottolineavano gli amministratori dell’Inter nel prospetto relativo al bond da 300 milioni emesso nel dicembre 2017, «potremmo anche incontrare difficoltà nell’ottenere i pagamenti a noi dovuti a fronte di tali accordi a causa delle difficoltà nel rimettere la valuta estera fuori dalla Cina».
        Una preoccupazione che, alla luce di quanto Calcio e Finanza è stato in grado di ricostruire, si è materializzata nel corso dell’esercizio 2017-2018, sebbene proprio grazie anche ai proventi del bond la società nerazzurra non abbia avuto particolari tensioni a livello di liquidità”
        A parte questo, ti ringrazio per la risposta circa l’ultima parte del mio commento, sicuramente esagerata circa la continuità aziendale ma che comunque é stata aiutata, ma la risposta principale la sto ancora attendendo.
        I cinesi hanno pagato i 105,9 milioni che sembra non siano ancora stati pagati e che figurano a bilancio come ricavi commerciali!?
        Qualche dubbio circa il modus operandi cinese credo lo abbiamo tutti…soprattutto quando i partner sono collegati in maniera abbastanza importante tra di loro.
        A nessuno viene in mente come mai una società come il RM, tanto per citare una, la più importante a livello mondiale, non sia riuscita a stipulare in Cina i ricavi che ha stipulato l’Inter in solo 1 anno e mezzo!?!?
        Attendo con fiducia chiunque avesse news in merito.

        • Quei ricavi, per quanto derivanti in parte da contratti stipulati con l’azionista di controllo (ma nei limiti delle regole Uefa) e altre aziende cinesi che hanno (o aspirano ad avere) rapporti commerciali con Suning, sono reali. I ritardi nei pagamenti derivano dai sistemi di controllo sull’esportazione dei capitali introdotti dal governo di Pechino. Una volta terminate le verifiche da parte delle autorità quei soldi arrivano nelle casse dell’Inter. Quindi il tema per l’Inter riguarda più la gestione della liquidità (la cassa).

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here