Krzysztof Piatek, con la maglia del Genoa (Foto: Matteo Gribaudi / Image Sport / Insidefoto)

Ora è ufficiale. Il Milan ha acquistato il centravanti polacco Krzysztof Piatek dal Genoa per 35 milioni di euro, che saranno versati al club presieduto da Enrico Preziosi in un’unica soluzione.

La trattativa ha conosciuto un’accelerata dopo l’accordo per il passaggio di Gonzalo Higuain al Chelsea ed è arrivata alla definizione nelle ultime ore.

Al Genoa andranno dunque subito 35 milioni, ma i rossoneri hanno ottenuto uno sconto di 5 milioni sull’iniziale richiesta di 40 milioni da parte di Preziosi.

Il presidente rossoblu, che la scorsa estate aveva acquistato Piatek dal Cracovia per 4,5 milioni, realizza dunque una plusvalenza contabile superiore ai 30 milioni.

Piatek ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2023 con uno stipendio netto di 1,8 milioni a stagione. Un incremento considerevole rispetto ai 450mila euro netti percepiti al Genoa.

Piatek al Milan – L’impatto sui conti dei rossoneri

Considerato il costo del cartellino (35 milioni) e la durata del contratto (quattro anni e mezzo) il Milan iscriverà nel bilancio al 30 giugno 2019 un ammortamento di 3,88 milioni relativo al periodo gennaio-giugno 2018.

Considerato che anche l’ingaggio sarà versato a Piatek solo per i cinque mesi che mancano alla fine dell’esercizio, lo stipendio netto del centravanti da qui al 30 giugno sarà di circa 750mila euro, che dovrebbe corrispondere a un lordo di 1,39 milioni.

Complessivamente dunque il costo di Piatek sul prossimo bilancio del Milan sarà di 5,27 milioni.

I risparmi legati alla cessione di Higuain

Molto meno di quanto il Milan avrebbe pagato per mantenere in rosa Gonzalo Higuain (che nel frattempo è passato al Chelsea di Maurizio Sarri).

Ipotizzando un risparmio di circa 9 milioni sul costo del prestito dell’argentino dalla Juventus e dimezzando (per approssimazione) anche il costo relativo allo stipendio lordo (9,5 milioni netti a stagione pari a 17,57 milioni lordi), sul bilancio del Milan graverebbero solo le mensilità fin qui corrisposte al calciatore argentino (8,79 milioni lordi), risparmiando un esborso di pari entità.

Complessivamente il risparmio per il club guidato da Ivan Gazidis sarebbe vicino a 17,79 milioni tra minore costo del prestito (9 milioni) e minore spesa per lo stipendio (8,79 milioni lordi).

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here