Black Friday Inter

L’addio di Erick Thohir potrebbe aprire le porte dell’Inter a Jack Ma. Sarebbe infatti il proprietario di Alibaba, secondo le indiscrezioni riportate dal Corriere dello Sport e da Tuttosport, il nuovo socio di Suning nell’azionariato del club nerazzurro.

Jack Ma, i cui rapporti in Cina con l’azienda di Zhang Jindong sono stretti (Suning detiene circa lo 0,81% delle quote di Alibaba, che a sua volta possiede il 20% di Suning Commerce), investirebbe nell’Inter tramite Yunfeng Capital, un fondo creato insieme a David Yu con sede a Hong Kong.


La quota di Thohir dovrebbe avere un valore di circa 150 milioni di euro: questa potrebbe essere la cifra che la Yunfeng Capital verserebbe nelle tasche dell'ex patron dell'Inter per il 31,05% delle quote del club nerazzurro.

2 COMMENTI

  1. Un’operazione fantastica quella di Thohir, sempre gentile, sempre sorridente, ma con le idee molto chiare, specie sui costumi Italiani. E così è arrivato lì portandosi due mastini come Williamson e Bolingbroke. Le chiacchiere agli Italiani e i cordoni della borsa stretti in mano a lui.
    Non si può nemmeno dire che sportivamente l’Inter abbia ottenuto quello che si augurava per i ricavi , mai in Champions. Nei due anni e mezzo che è stato all’Inter un quinto, un ottavo e un quarto posto in Campionato e in E.L maluccio, eliminato anche dal Beer Sheva ai gironi.
    Nè è riuscito poi a concludere qualcosa sullo stadio, che poteva essere un affare immobiliare.
    E tuttavia ne è uscito prima con una quarantina di milioni di guadagno tra cessione e interessi sui prestiti, rimanendo con un 31% di quote ma con una serie di patti parasociali che di fatto gli consentivano di porre il veto su qualunque decisione di Suning.
    Il suo vero capolavoro.
    Ora sta cedendo il suo 31%, si dice intorno ai 150 milioni. Il che porterebbe a quasi 200 milioni i suoi guadagni sull’operazione Inter.
    Chapeau.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here