SHARE
Luigi De Siervo (foto Imagoeconomica)

Luigi De Siervo è il nuovo amministratore delegato della Lega di Serie A. Il manager, che fino ad oggi ha ricoperto lo stesso ruolo in Infront Italy, è stato eletto con 15 voti su 20, uno in più del necessario.

De Siervo ha avuto la meglio su Matteo Mammì, l’ex manager di Sky che era stato individuato dal comitato nomine della Lega di Serie A e inserito nella short list finale assieme al manager di Infront Italy.

Il nuovo amministratore delegato della Lega di Serie A è stato eletto al terzo scrutinio. Alla seconda votazione De Siervo aveva già 13 voti, due in più del primo scrutinio e uno in meno del quorum richiesto, mentre Mammì si era fermato a 4 (erano 7 alla prima votazione). Ci sono state infatti due schede bianche e una nulla.

Alla quarta votazione il quorum sarebbe sceso a 11 voti su 20. Ma non ce ne è stato bisogno. De Siervo è infatti stato eletto con 14 voti al terzo scrutinio.

Dopo la votazione il presidente della Lega, Gaetano Miccichè, ha tenuto un discorso per lodare il lavoro di Marco Brunelli, ex dg e negli ultimi mesi ad a interim, a cui le società hanno dedicato un applauso di ringraziamento.

Chi è Luigi De Siervo

De Siervo ha ricoperto fino ad ora l’incarico di amministratore delegato di Infront Italy, advisor della stessa Lega di Serie A.

Il manager, avvocato, fiorentino, 49 anni, ex mezzofondista e giocatore di football americano, è stato per anni numero uno di Rai Com prima di passare ad Infront.

De Siervo è fra i massimi esperti di tv e di sviluppo del prodotto-calcio e potrebbe essere il manager a mettere a punto il progetto di TV della Lega calcio da lanciare a partire dalla stagione 2021-2022, quando scadrà l’attuale contratto con Sky e DAZN.

La posizione di Infront

A seguito dell’elezione del presidente e Amministratore Delegato di Infront Italy Luigi De Siervo a CEO di Lega Serie A, Infront assicura che nei prossimi giorni e settimane lavorerà a stretto contatto con Lega per sviluppare un piano di transizione che assicuri un passaggio graduale di Luigi nel nuovo ruolo. Auguriamo tutto il meglio a Luigi e lo ringraziamo per il suo lavoro in Infront.

[ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO]

1 COMMENTO

  1. La Lega aveva bisogno di un grande manager come ce l’hanno Premier e Liga,Scudemore e Tebas. Per valorizzare il campionato e mettere delle regole che fanno si che gli altri campionati siano seguiti all’estero 100 volte di più del campionato italiano. Regole sull’assenza di limitazioni del tesseramento di extracomunitari che fanno della serie A il campionato meno seguito in Asia e Sudamerica,regole televisivamente parlando sulla invadente cartellonistica pubblicitaria, regole sulla imposizione di stadi pieni per creare uno spettacolo attrattivo televisivamente parlando, regole sul trattamento dei manti erbosi, spostamento delle partite in orati più consoni al mercato asiatico

LASCIA UNA RISPOSTA: