Come ogni anno, anche per il 2018 il sito web Pornhub ha rivelato tutti i propri numeri. Come riporta l’AGI, il sito trasferisce 147 gigabyte al secondo, carica 12 nuovi video al minuto e ha quasi 100 milioni di contatti al giorno, con l’Italia che gioca il ruolo di ottavo paese più affezionato.

Champions in chiaro, la Rai va più forte di Mediaset

Tra i tanti dati messi a disposizione dalla piattaforma, alcuni consentono letture che vanno oltre il sito web, a partire dai cali di accessi, che spesso coincidono con eventi o ricorrenze particolari.  Per fare un esempio, il giorno nero per Pornhub è il 31 dicembre. Il cenone fa calare il traffico del 44% (del 60% in Italia) tra le 18 e la mezzanotte. Anche Halloween provoca un calo, del 4% su scala globale ma del 21% negli Stati Uniti.

In Italia, invece, è sacro Ferragosto: -22%. Anche cerimonie come quelle per Oscar, Golden Globe, Emmy e Grammy hanno fatto scivolare il traffico del 4-6%. Ancora di più hanno fatto la presentazione dei nuovi iPhone (-11%) e il matrimonio tra il Principe Harry e Meghan Markle (-10%). In Italia solo il Festival di Sanremo arriva a tanto: -8% durante la serata del 6 febbraio.




Tuttavia, il vero e proprio tallone d’Achille di Pornhub è lo sport, con il calcio in primo piano. I dati mostrano infatti come il traffico crolli durante i grandi appuntamenti. L’ultimo Super Bowl ha fatto registrare un calo del 26% negli Stati Uniti e del 40% nella città vincitrice (Filadelfia). Per quanto riguarda invece il pallone, durante la finale dei mondiali di Russia il traffico di Pornhub è diminuito dell'11%. Ma per le nazionali finaliste, le cifre sono altre: -66% in Croazia e accessi dimezzati in Francia. Durante la finale di Champions League tra Real Madrid e Liverpool, i contatti in Italia sono diminuiti del 15%.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here