(Foto PHC Images / Panoramic / Insidefoto ITALY ONLY)

Il Chelsea ha deciso di sospendere la presenza a Stanford Bridge di quattro persone, nell’attesa di ulteriori indagini a loro carico, a seguito di accuse di razzismo nei confronti di Raheem Sterling. L’episodio riguarda l’incontro andato in scena sabato 8 dicembre alle ore 18.30, che ha messo di fronte i Blues di Sarri e il Manchester City di Guardiola.

Chelsea, nuova partnership con la compagnia MSC Crociere

Attraverso un comunicato stampa, il Chelsea ha informato di aver avviato una serie di indagini, attualmente ancora in corso. «Sosteniamo pienamente le indagini della polizia e tutte le informazioni che raccoglieremo saranno trasmesse a loro», si legge nella nota ufficiale.





«Il Chelsea Football Club – conclude poi il comunicato – trova tutte le forme di comportamento discriminatorio aberranti e se ci sono prove che evidenzieranno la partecipazione dei tifosi a qualsiasi comportamento razzista, il club emetterà severe sanzioni, incluso il divieto di entrare allo stadio. Sosterremo inoltre ogni azione legale».

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here