dove vedere sorteggio sedicesimi Europa League
Il trofeo dell'Europa League (foto Insidefoto.com)

La fase a gironi si avvia alla sua conclusione per lasciare spazio alle sfide a eliminazione diretta. Ma chi sono i promossi e i bocciati di questa prima parte della stagione? Quali le squadre che hanno rispettato le previsioni della vigilia e quelle che hanno tradito le attese?

Grosso modo, le classifiche dei vari gironi confermano i pronostici, con buona parte delle squadre più quotate già (o quasi) qualificate al secondo turno, italiane comprese. Il gruppo A è stato letteralmente dominato dal Leverkusen, che ha lasciato il passo soltanto allo Zurigo (anch’essa già qualificata alla fase successiva) nella gara d’andata giocata in Svizzera.

Nel gruppo B non hanno tradito le attese Salisburgo e Glasgow Celtic (nonostante agli scozzesi manchi ancora un punto per ottenere il pass per i sedicesimi), che hanno finora tenuto a bada le velleità di un cliente complicato come il Red Bull Lipsia. Ultimi ed eliminati i norvegesi del Rosenborg.



Nel gruppo C lo Zenit San Pietroburgo ha conquistato la qualificazione con un turno d'anticipo, tenendo a distanza squadre abbordabili come Slavia Praga e Copenaghen. Autentica delusione il Bordeaux, che a dispetto dei proclami della vigilia e della nuova proprietà americana, sta ancora pagando la mezza rivoluzione operata durante la sessione di mercato estiva. In ogni caso, nell'ultimo turno i francesi tenteranno di vincere sul campo del Copenaghen per ottenere una qualificazione molto difficile.

Nel gruppo D vita facile per Dinamo Zagabria e Fenerbahce, che hanno eliminato gli slovacchi dello Trnava e i belgi dell'Anderlecht. Il gruppo E ha avuto un solo padrone: l'Arsenal di Unai Emery, autentico esperto di Europa League con i suoi 3 trionfi consecutivi alla guida del Siviglia. A fronte di 2 sole reti subite, gli inglesi finora hanno rifilato 11 gol a Sporting Lisbona (seconda qualificata), Vorskla e Qarabag.

Giochi aperti ancora per il gruppo G. Le battistrada Villareal e Rapid Vienna precedono di un punto i Rangers e di due lunghezze i russi dello Spartak Mosca. Nell'ultima giornata gli spagnoli affronteranno proprio lo Spartak, mentre Rangers e Rapid si sfideranno all'Allianz Stadion di Vienna. Spagnoli e austriaci sono leggermente favoriti con due risultati disponibili su tre.

Anche il gruppo I vivrà un'ultima giornata all'insegna dell'incertezza: Genk e Besiktas precedono Malmo e Sarpsborg. Se i belgi sembrano in grado di conquistare la qualificazione senza troppi affanni contro i norvegesi del Sarpsborg, molto più incerta è la sfida tra Besiktas e Malmo, con i turchi che però possono contare su due risultati su tre.

Il gruppo J è stato tenuto in vita dalla tenacia dello Standard Liegi, che proprio nello scorso match ha riacciuffato le speranze di qualificazione battendo il Siviglia sul proprio campo. Guida il Krasnodar con 12 lunghezze, a seguire spagnoli e belgi a quota 9. L'ultimo turno ci darà i nomi delle qualificate. Già eliminati, invece, i turchi dell'Akhisarspor.

Nel gruppo K la Dinamo Kiev (già sicura del passaggio al prossimo turno), precede Astana, Rennes e Jablonec. Il secondo posto a disposizione è una questione a due tra francesi e kazaki, che si sfideranno in Bretagna.

La leadership del gruppo L non è mai stata in discussione, con il Chelsea che ha raccolto tutti i punti a disposizione, precedendo in ordine Bate, MOL Vidi e PAOK, tutte ancora in corsa per il secondo posto.

Le italiane impegnate giovedì

Nel gruppo F, il Milan dovrà sudare ancora 90 minuti per ottenere la qualificazione. La sfida non è proibitiva, ma al Pireo, Gattuso e soci saranno costretti a guardarsi dalle velleità dei greci, che in casa mostrano spesso di avere una marcia in più. Betis Siviglia già qualificato e Dudelange ancora a zero punti. Reduce dalla cinquina rifilata proprio al Dudelange, il Milan non deve sprecare le chance di una qualificazione che sembra pienamente alla sua portata.

In virtù della situazione di classifica attuale, al Milan potrebbe andar bene qualsiasi risultato, compresa una sconfitta. Avendo battuto i greci a San Siro per 3-1, i rossoneri sarebbero qualificati anche se perdessero con due gol di scarto, a patto che ne segnino almeno due. Per quanto riguarda le scommesse calcio, i bookmaker vedono il Milan favorito, con il 2 quotato a 2,45.

Nel gruppo H, invece, la Lazio può dormire sonni tranquilli, avendo staccato il pass per i sedicesimi con due turni di anticipo. In classifica comanda il Francoforte a punteggio pieno, mentre Apollon e Olympique Marsiglia sono già eliminati. La squadra di Simone Inzaghi ha ottenuto il massimo risultato a fronte del minimo sforzo, grazie soprattutto alla crisi del Marsiglia, che da possibile favorita è riuscita a racimolare soltanto un punto.

Nell'ultimo turno i bianco-celesti saranno impegnati in casa contro i tedeschi del Francoforte. Per quanto riguarda le scommesse i bookmaker premiano il percorso fatto finora dal club capitolino, quotando l'1 a 2,00, mentre un'eventuale vittoria tedesca viene proposta a 3,15.