SHARE
dove vedere sorteggio ottavi Champions League Tv streaming
Il pallone della Champions League 2018-2019

Come funzionerà la nuova Superchampions League? Nei giorni scorsi, in occasione del confronto tra la Uefa e l’Eca, l’associazione che riunisce i principali club europei, è emersa l’ipotesi che per scongiurare la nascita di una SuperLega europea fuori dall’egida della federazione internazionale, l’attuale format delle coppe europee venga totalmente riformato, portando alla nascita di quella che è stata battezzata una Superchampions League.

Ma come funzionerà la nuova Superchampions? Un riassunto efficace lo ha provato a fare Il Fatto Quotidiano. «Dal 2024», scrive il quotidiano, «l’Europa, che oggi ha una Champions League a 32 squadre e una Europa League a 48 (totale 80 squadre), avrà tre veri e propri tornei, tutti a 32 squadre (totale 96), che equivarranno ad una vera e propria suddivisione in serie A, serie B e serie C europee. La prima continuerà a chiamarsi Champions (o Super Champions), la seconda Europa League e alla terza, neonata, si dovrà trovare un nome».

«Ma la novità vera, ancora non apertamente ammessa», si legge ancora sul Fatto, «è che questi tre tornei si giocheranno nei weekend, e cioè nei giorni di sabato e domenica da sempre appannaggio dei campionati nazionali. Che a loro volta ripiegheranno, onde evitare sovrapposizioni, al mercoledì in un processo di impoverimento e declassamento dagli effetti potenzialmente letali».



«Per dare a tutti la speranza di salire un giorno sulla giostra che conta (la Superchampions), Eca e Uefa stanno pensano a un meccanismo di promozioni e retrocessioni che muova ogni anno otto club tra Superlega e Europa League e otto tra Europa League e la futura terza coppa».

«Unico, vero, grande ostacolo da superare», conclude il Fatto, «la resistenza della Premier League inglese che già oggi, a giusta ragione, si sente più forte e attrattiva di qualsiasi Super Champions. In Inghilterra gli stadi sono pieni anche per Leicester-West Ham e non c' è Paese al mondo che non mostri in tv le partite della Premier. Insomma, penalizzare il movimento spostando il campionato al mercoledì per chiedere ai tifosi di seguire Wolves-Spartak Trnava o Everton-Apollon Limassol nei weekend, agli inglesi pare insensato».

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA: