SHARE
campionato cinese tetto salariale
La bandiera della Cina (Foto Andrea Staccioli Insidefoto)

La Cina introdurrà una serie di nuovi regolamenti tra cui un tetto salariale e un bonus cap nella Super League cinese (CSL) e leghe professionistiche inferiori dal 2019, secondo quanto riportato da Xinhua

Il regolamento riguarderà la Super League cinese, la China League e la China League Two. La Chinese Football Association (CFA) ha spiegato che le nuove regole hanno l’obiettivo di frenare gli investimenti “irrazionali” e promuovere uno sviluppo sano e sostenibile dei campionati professionistici cinese, hanno spiegato fonti della federcalcio cinese all’agenzia Xinhua.

I campionati cinesi introdurranno il tetto salariale nel 2019 e tutti i giocatori nazionali firmeranno un nuovo contratto secondo i nuovi regolamenti, mentre le dimensioni del tetto salariale non sono ancora state decise.



Inoltre, i campionati introdurranno un bonus cap per ciascuna gara vittoriosa nel 2019. I club lavoreranno insieme per impostare il bonus cap all'inizio della stagione. I bonus in contanti non saranno consentiti, spiegano le fonti di Xinhua.

Resta in vigore la tassa di trasferimento, introdotta nel 2017, che riguarderà sia la CSL che la China League One la prossima stagione. Ogni club che acquista un giocatore straniero per oltre 45 milioni di yuan (circa 6,5 ​​milioni di dollari), o un giocatore nazionale la cui quota di trasferimento supera i 20 milioni di yuan, dovrà pagare la stessa somma di denaro come tassa se il club non riesce a raggiungere il break even nel 2018

La CFA lavorerà inoltre con altri enti governativi come l'Amministrazione statale delle imposte per dare un giro di vite sui doppi contratti e sull'evasione fiscale. La CFA condurrà varie revisioni finanziarie e fornirà supervisione per garantire l'applicazione delle regole.

LASCIA UNA RISPOSTA: