SHARE
dove vedere Formula E Tv streaming
(Insidefoto.com)

Risultati Mediaset gennaio-settembre 2018 – Mediaset ha comunicato i risultati del terzo trimestre dell’anno, che mostrano come il Biscione abbia fatto registrare un utile netto di 27 milioni nei primi 9 mesi del 2018, rispetto ai 34,5 milioni dello stesso periodo del 2017, con ricavi a 2.433 milioni contro i 2.473 precedenti. I costi operativi complessivi di gruppo sono calati invece a 2.319 milioni rispetto ai 2.349 milioni del 2017 (-1,3%).

Mediaset esercita l’opzione put: Premium ceduta a Sky entro dicembre

Come riporta l’ANSA, Mediaset sottoliea in particolare «l’aumento della quota di mercato pubblicitario sia in Italia sia in Spagna e la riduzione dei costi complessivi in entrambi i mercati nonostante l’acquisizione dei diritti del Campionato Mondiale di Calcio. Due risultati positivi che portano i margini consolidati dei primi nove mesi 2018 ai livelli dell’esercizio precedente, migliorando nettamente la performance del gruppo registrata nel primo semestre dell’anno». Per l’intero 2018 «il risultato operativo dovrebbe essere leggermente superiore a quello registrato nello scorso esercizio», aggiunge poi l’azienda.





Separando i mercati, nei primi nove mesi dell'anno i ricavi in Italia per Mediaset sono stati pari a 1.737 milioni rispetto ai 1.772 milioni dello stesso periodo del 2017. In Spagna i ricavi ammontano invece a 696 milioni rispetto ai 701 del 2017. Per quanto riguarda i costi, la diminuzione ha riguardato entrambi i mercati di riferimento: in Italia questi sono calati a 1.804 milioni contro i 1.834 del 2017, in Spagna sono diminuiti da 516 milioni a quota 514.

Le strategie di Mediaset per il futuro: offerta free di tv, digital e radio

Il margine operativo lordo (Ebitda) complessivo è pari a 753 milioni rispetto agli 858 milioni del 2017. «Tale risultato» e quello di Ebit e utile netto «risultano decisamente migliori rispetto a quelli indicati nel piano “Linea guida Mediaset 2020” presentato al mercato nel gennaio 2017», afferma la società. L'indebitamento finanziario netto è sceso dai 1.392 milioni del 31 dicembre 2017 ai 961 del 30 settembre scorso, dato che non comprende le passività del gruppo Ei Towers pari a 357 milioni.

Per quanto concerne la raccolta pubblicitaria, nel terzo trimestre è stato registrato in Italia un incremento del 3,5% «grazie alla fase finale dei Mondiali di calcio e al brillante andamento del settore radiofonico». Lo afferma il gruppo televisivo, secondo cui «grazie anche ai costi calati a livello di gruppo per 71 milioni, il trimestre vede migliorati rispetto al 2017 sia il risultato operativo (Ebit, per 33,1 milioni) sia il risultato netto, per 24,3 milioni».

LASCIA UNA RISPOSTA: