(Newspix/imago/insidefoto)

L’Italia si prepara a sfidare il Portogallo nell’ultimo match valido per la fase a gironi della UEFA Nations League. Gli Azzurri hanno scampato la retrocessione grazie alla vittoria ottenuta contro la Polonia in trasferta – anche in caso di arrivo a pari punti, gli scontri diretti danno ragione ai ragazzi di Mancini – e ora possono provare addirittura a sognare un insperato primo posto. Ma quali sono le combinazioni che permetterebbero alla Nazionale di conquistare la prima posizione?

Nations League, a San Siro Italia-Portogallo: dove seguire la gara in Tv

Cosa deve fare l’Italia per arrivare prima nel girone di Nations League – La gara coi lusitani

Innanzitutto, battere il Portogallo. Per sperare nel primo posto è infatti necessario ottenere un successo contro i lusitani nel match di San Siro, che si giocherà sabato 17 novembre alle ore 20.45. Anche in caso di vittoria servirà comunque sperare in un conseguente insuccesso dei portoghesi nel loro ultimo match contro la Polonia, che si giocherà tre giorni dopo la sfida all’Italia.

A quel punto i casi sono due: nell’eventualità di una sconfitta del Portogallo contro la Polonia, l’Italia sarebbe prima a quota 7 punti, con gli uomini di Santos fermi a 6, mentre in caso di pareggio entrambe sarebbero invece appaiate a sette in classifica. 



Cosa deve fare l’Italia per arrivare prima nel girone di Nations League - Le combinazioni

Qui entrano in gioco i calcoli. Infatti, per garantirsi il primo posto nel girone, l’Italia dovrebbe battere i portoghesi con due gol di scarto, così da ribaltare l’1-0 di Lisbona dell’andata deciso da André Silva. In quel caso la differenza reti negli scontri diretti (secondo criterio) penderebbe per l’Italia. Dovesse invece arrivare una vittoria di misura, col Portogallo in rete (esempio 2-1, 3-2, 4-3), passerebbero al primo posto i portoghesi in virtù dei gol segnati fuori casa negli scontri diretti (quarto criterio). Se invece l’incontro terminasse 1-0 per gli Azzurri tutto sarebbe in parità tra le due squadre, così come uguale sarebbe la differenza reti globale tra tutte le partite del gruppo. Decisivo dunque il criterio dei gol segnati in tutto il girone, che vedrebbe proprio la squadra di Santos comunque davanti a quella di Mancini.

Dunque, ricapitolando, l’Italia potrebbe posizionarsi al primo posto:

  • battendo il Portogallo con qualunque risultato, a patto che il Portogallo perda contro la Polonia nella sua ultima partita;
  • battendo il Portogallo con almeno due reti di scarto, a patto che il Portogallo non vinca contro la Polonia.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here