squalifica Raiola FIFA internazionale
Mino Raiola (Insidefoto)

Mino Raiola prosciolto – Mino Raiola è stato prosciolto dalle accuse del procuratore federale Giuseppe Pecoraro per “difetto di giurisdizione”. Il celebre agente di calciatori aveva «proferito espressioni denigratorie nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio, del Commissario tecnico della Nazionale maggiore e della stessa immagine del sistema calcistico italiano», in occasione di un’intervista radiofonica.

Nello specifico, parlando ai microfoni di Radio24, lo scorso 20 marzo, Raiola aveva utilizzato locuzioni quali: “Questa Federazione fa schifo”, “Questa Nazionale fa schifo”, “Di Biagio è senza carattere ed in confusione totale come lo era Ventura”, “Buffon viene selezionato con motivazioni che invece non valgono per Balotelli quindi si adottano due pesi e due misure”, “servirebbe un direttore sportivo che si occupi della nazionale che è piena di gente scarsa”.

Premier, si cambia? Le commissioni degli agenti a carico dei giocatori

Espressioni che, per il tribunale federale nazionale della Figc che oggi ha notificato la sentenza alle parti, sarebbero da considerare «personali opinioni tecniche senza alcuna attinenza o rilevanza con la specifica funzione per la quale lo stesso ha manifestato volontà di sottoporsi all’ordinamento federale».