SHARE
juventus collezione maglie retrò
L'Allianz Stadium, casa della Juventus (foto Insidefoto.com)

Seduta in rialzo per il titolo Juventus a Piazza Affari. Nonostante il bilancio 2017-2018, approvato dal cda nel pomeriggio di ieri, si sia chiuso con una perdita netta di 19 milioni e una forte crescita dell’indebitamento finanziario netto, passato da 162,5 milioni a 309,8 milioni, a Piazza Affari le azioni del club bianconero fanno segnare un rialzo dell’1,81% a quota 1,52 euro (rilevazione aggiornata alle 10.32).

Prosegue dunque il trend rialzista sul titolo della società campione d’Italia, partito nel mese di giugno sulle voci relative all’arrivo in bianconero di Cristiano Ronaldo e consolidatosi nel corso dell’estate fino al raggiungimento del nuovo massimo storico, toccato lo scorso 11 settembre a quota 1,635 euro per azione.

Juventus in rosso di 19 milioni, il debito balza a 309 milioni

2 COMMENTI

  1. La Juventus si sta indebitando sempre più (indebitamento finanziario superiore ai 300 milioni) e ormai non ha ricavi all’altezza delle big d’Europa, ha un stradiucolo da cui incassa 60 milioni l’anno dallo stadietto, pochissimi rispetto la concorrenza. E non ha sponsor remunerativi rispetto le big d’Europa. Colpa della incompetenza e mancanza di lungimiranza di Agnelli ed Elkann.
    La Juve è debole in difesa (tra gli ultratrentenni Benatia anziano ed inguardabile complimenti a Marotta che ha regalato 20 milioni al Bayern per liberarsene)e debole a centrocampo col molle Pjanic e con una serie di giocatori mediocri o finiti come Khedira rinnovato a lungo termine. In attacco ci sono troppi ultratrentenni, e se non gioca Ronaldo c’è Mandzukic 32enne un dislivello mostruoso

    • La Juve si è indebitata non per costruire uno stradio moderno, grande e all’altezza delle big europee come han fatto per esempio Tottenham e Atletico Madrid, ma per comprare giocatori perlopiù di medio livello.

LASCIA UNA RISPOSTA: