SHARE
stadio San Paolo Napoli Comune
Lo stadio San Paolo (foto Insidefoto.com)

“Stamattina abbiamo preso e formalizzato una decisione importante, destiniamo allo stadio San Paolo venti milioni di euro per rifarlo completamente”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca al termine della Cabina di regia sulle Universiadi 2019.

“Concorderemo con il Calcio Napoli – ha aggiunto – i tempi di realizzazione degli interventi in correlazione con l’attività agonistica, però è un investimento importante”.

Sullo stadio San Paolo sono stati quindi dirottati 15 milioni di euro che erano stati inizialmente destinati allo stadio Collana, che è ora stato dato in gestione a una società privata e non fa più parte ddegli impianti per le Universiadi. Con l’investimento al San Paolo verrà rifatta la pista di atletica, i cui lavori sono in corso, i sediolini, i servizi igienici, una illuminazione ad hoc per la pista di atletica. In programma c’è anche la realizzazione di due maxischermi necessari per le Universiadi e che poi resteranno al San Paolo anche per il Calcio.

Serie A, il VAR arriva sui maxischermi allo stadio: replay solo dopo la decisione

I lavori sono attualmente in corso e, assicurano dall’Aru (Agenzia Regionale Universiadi) il Napoli non avrà problemi già dalla prima partita di campionato in casa il 25 agosto contro il Milan. Oggi al lavoro c’erano 25 operai, assicurano dall’Aru, e per il 25 sarà stato ultimato il tappetino bituminoso, una sorta di asfalto, sulla pista di atletica che rimarrà così fino all’aprile 2019, quando verrà posata la pista per le Universiadi.

L’Aru sta anche studiando di dipingere sulla superficie della pista il loro dell’Universiade per dare a sensazione di attesa dell’evento e per una migliore resa estetica.

LASCIA UNA RISPOSTA: