(foto Insidefoto.com)

Diritti tv Liga spagnola – Anche La Liga spagnola è stata protagonista della partita per la vendita dei diritti tv per il triennio 2019-2022. Nonostante in molti dubitassero che il massimo campionato spagnolo sarebbe riuscito a raggiungere l’obiettivo di incassare 1.300 milioni di euro – il 30% in più rispetto ai contratti attuali –, alla fine del processo la cifra potrebbe avvicinarsi molto a quella sperata.

Diritti tv Liga spagnola, già ottenute entrate superiori del 15% sul triennio precedente

Come riporta “Palco23”, l’ambizione de LaLiga è che la vendita del canale di Segunda Divisiòn e delle partite in chiaro gli permetta di ottenere 120 milioni di euro oltre ai 1.140 milioni di euro già registrati. Il guadagno ottenuto al momento è del 15% superiore a quello precedente, grazie all’offerta di 980 milioni di euro che ha permesso a Telefónica di ottenere tutte le gare della Primera Divisiòn come “pay tv”. In particolare, Telefonica si è assicurata pacchetto di otto partite al giorno e quello che riserva sempre un match di Barcellona o Real Madrid, oltre al playoff per l’accesso alla Primera Divisiòn. Mediapro, d’altra parte, ha ottenuto la gestione dei diritti per i locali pubblici e gli highlights in chiaro per 160 milioni di euro all’anno.

Diritti TV Liga 2019-2022, con Mediapro e Telefonica superata la Serie A

Diritti tv Liga spagnola, la Copa del Rey sarà commercializzata dalla Federazione

La Copa del Rey, che si vendeva assieme al lotto di otto partite, sarà ora commercializzata direttamente dalla Federazione e, quindi, tutte le partite precedenti alle semifinali non sono state incluse come invece è stato fatto finora. Il torneo non ha definito un prezzo di mercato, oltre alla finale venduta per 3,5 milioni di euro alla Radiotelevisión Española (Rtve). Alcuni dirigenti valutano il prezzo totale in circa venti milioni di euro. L’altro grande cambiamento è che il lotto noto come “El Partidazo” includerà solo una partita di Barça o Real ogni giornata tra il 2019 e il 2022, eliminando la possibilità di scegliere il miglior incontro di Seguda Divisiòn. Con questa mossa Tebas spera così che possano arrivare sul mercato operatori come beIN Connect o Dazn.

ascolti Tv clasico
Lionel Messi, attaccante del Barcellona, in gol nel Clasico (Foto Alterphotos / Insidefoto)

Diritti tv Liga spagnola, le cifre della Segunda Divisiòn

Non ci sono dati disponibili da questa stagione, anche se uno studio di Havas SE rivela che la categoria contava in media 550.000 spettatori nelle sue 84 gare in chiaro; circa 120.000 utenti nei 48 eventi di “El Partidazo” e circa 20.000 fan nel canale che LaLiga ha creato per il segmento dei locali pubblici. Dati che potrebbero far crescere il prezzo per utente del canale LaLiga 1 | 2 | 3. La vendita del canale non è esclusiva e stabilisce un prezzo di 2,19 euro per ciascun abbonato televisivo e di altri 0,41 euro per ogni accesso a Internet, fisso o mobile, dell’offerente. Queste cifre collocano i potenziali affari della seconda competizione nazionale a circa 38 milioni di euro all’anno.

2 COMMENTI

  1. Scenario completamente ribaltato rispetto al triennio 16-19.
    Stavolta per il 19-22 Telefonica ha preso tutta la Liga in pay e anche i playoff della Segunda Division.
    Mediapro rimane solo per i locali pubblici e gli highlights in chiaro.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here