Diritti TV Liga 2019-2022 – La Liga ha annunciato di aver venduto a Mediapro e Telefonica quattro pacchetti di diritti audiovisivi relativi al ciclo 2019-2022 con un incasso annuo di 1.140 milioni di euro, il 15% in più rispetto al triennio precedente che includeva però anche la Copa del Rey e la Segunda Division, ancora da assegnare. Lo riporta la Gazzetta dello Sport.

Escludendo Copa del Rey e Segunda Division, nel triennio 2016-2019 la Liga aveva introitato 911 milioni a stagione.

Con la nuova commercializzazione, dunque, gli spagnoli guidati da Javier Tebas hanno superato la Serie A, che è reduce dalla vendita a Sky e Perform per il ciclo 2018-2021, con un incasso annuo di 973 milioni.

Diritti TV Liga 2019-2022, con Mediapro modello spagnolo anche in Francia

Nelle scorse settimane si era già registrato l’ exploit francese: con l’ ingresso sulla scena di Mediapro, destinata a realizzare il canale tematico sul modello Liga, la Ligue 1 ha visto schizzare i diritti domestici a 1.153 milioni di euro a stagione per il triennio 2020-2024,

Un forte balzo in avanti considerato che nel triennio 2016-2020 i diritti tv della Ligue 1 avevano un valore di 726 milioni di euro a stagione.

Diritti TV Liga 2019-2022, obiettivo finale 1,3 miliardi

Tornando alla Spagna, ora la Liga deve completare la vendita domestica, dove l’ obiettivo finale è di arrivare almeno a quota 1,3 miliardi di euro.

Tebas e i club spagnoli possono essere soddisfatti per l’ incremento dei diritti esteri: +30% grazie al rinnovo del contratto con la solita Mediapro che, stavolta nelle vesti di agenzia intermediaria, assicurerà 897 milioni annui tra il 2019 e il 2024.

3 COMMENTI

  1. Che la Ligue 1 riesca a vendere i diritti a una cifra ben più alta della Serie A è davvero ridicolo.
    È l’emblema di quanto siano incapaci i dirigenti del nostro calcio.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here