Mediaset Sport autunno 2018
(Foto: Insidefoto)

Diritti tv Serie A Mediaset – Mediaset si è chiamata fuori dalla partita per i diritti tv della Serie A, divisi alla fine tra l’emittente satellitare Sky e Perform, pronta a lanciare anche in Italia la piattaforma Dazn per la visione dei contenuti via internet. Tuttavia l’azienda di Cologno Monzese non sembra intenzionata a rimanere immobile, ma come spiega Pier Silvio Berlusconi, proverà a dare continuità al calcio sulla piattaforma Premium.

Confalonieri: «Per Mediaset ascolti e dati finanziari record grazie ai Mondiali»

Diritti tv Serie A Mediaset, P.S. Berlusconi:  «Lavoriamo per dare il calcio agli abbonati»

«Stiamo valutando con Perform e con l’operatore satellitare (Sky, Ndr.) per poter dare agli abbonati di Premium un’offerta di calcio», ha spiegato l’amministratore delegato di Mediaset dopo l’asta per i diritti televisivi sulla serie A 2018-2021 che al momento non prevede diritti per il Biscione. L’idea è ovviamente quella di diritti di ritrasmissione, ma «senza un minimo garantito, e che stipuleremmo solo se non sarà peggiorativo rispetto al nostro piano strategico al 2020 presentato a Londra, che non prevede calcio per Premium», ha poi aggiunto Pier Silvio Berlusconi rispondendo ai giornalisti dopo l’assemblea del gruppo televisivo.

7 COMMENTI

  1. L’UNICA COSA CHE DAVA CONCORRENZA ALLA MEDIASET NEI CONFRONTI DI SKY ERA IL CALCIO… IL PACCHETTO FILM ED I CANALI SONO NETTAMENTE INFERIORI RISPETTO ALLA OFFERTA DI SKY E QUELLA DI AVER DECISO CHE NEL 2020 MEDIASET CHIUDA CON IL CALCIO CREDO SIA UN SUICIDIO AZIENDALE… HO LETTO CHE IL TITOLO HA PERSO PUNTI IN BORSA… IO IN PRIMIS NON RINNOVERO IL MIO ABBONAMENTO PER NON VEDERE IL CALCIO O SEMPRE I SOLITI FILM O TELEFILM IN REPLICA…

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here