Milan Trofeo Berlusconi
Silvio Berlusconi (Insidefoto.com)

«Cosa penso delle voci che dicono ci sia mio padre dietro a Elliott o Yonghong Li nell’affare Milan? È una barzelletta, fa ridere per non dire altro, se non peggio. Fininvest ha già risposto, sono cose ridicole». Lo dice l’ad e vice presidente di Mediaset Pier Silvio Berlusconi, a margine della presentazione dei palinsesti per i Mondiali di Russia. «Non parlo con mio padre di Milan da mesi – aggiunge -. La possibile esclusione delle coppe? Non ho un pensiero così formato. È una situazione difficile per il Milan come per altri ambiti del nostro Paese, speriamo però non venga esclusa».

«Spero il Milan riparta da Gattuso – ha proseguito -, secondo me ha fatto un ottimo lavoro: sapete che io ho sempre questo giudizio che è a metà tra livello tecnico e la persona, ma Gattuso era parte del nostro Milan ed è una grandissima persona».

«Il nuovo Governo? Ritengo che sia un fatto positivo che l’Italia abbia un governo, questo è già un fatto fondamentale: faccio impresa in Italia e la stabilità è la cosa più giustaon temo nessun tipo di reazione nei nostri confronti, sarebbe fuori dal mondo e non avrebbe nessun senso. Sono più preoccupato del Milan che del Governo».

Milan, Yonghong Li tratta per cedere una quota di minoranza

Precedente«Io ci sono», la Roma lancia la campagna abbonamenti 2018-2019
SuccessivoFininvest, cedola raddoppiata per i figli di Berlusconi

1 COMMENTO

  1. berlusconi peggio di farina. povero hai disrutto il milan capitera anche a te si spera

Comments are closed.