dove vedere Milan-Inter Juventus-Torini Coppa Italia Tv streaming
Bonucci e Icardi nell'ultimo derby (foto Insidefoto.com)

Sarà un derby con vista Champions League quello che attende oggi Milan e Inter. I rossoneri sono tornati in corso dopo un inizio balbettante, portandosi quasi a portata di aggancio: la stracittadina potrebbe cambiare ulteriormente le carte in tavola.

Una corsa verso l’Europa fondamentale per i conti dei club. La partecipazione alla Champions League farà ancora di più la differenza a livello economico tra le società dalla prossima stagione: i premi elargiti dall’Uefa, infatti, saliranno, e le big saranno avantaggiate dal nuovo sistema di distribuzione.

La sola partecipazione potrebbe garantire oltre 35 milioni di euro alle milanesi, senza considerare il market pool. Salirà infatti a 15 milioni (dai 12,7 milioni attuali) il bonus per la sola qualificazione alla fase a gironi della Champions League: cifra alla quale andranno aggiunti i premi per il ranking storico.

Più peso alla storia, come cambia la ripartizione dei premi Champions

I risultati di tutte le coppe, fin dalla prima edizione, saranno calcolati e «pesati»in base all’epoca. Quelli più recenti, com’è logico, varranno di più. È stata così stilata una classifica di tutti i tempi nella quale, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, Real Madrid, Milan, Bayern, Liverpool, Barcellona, ovvero i club con più Coppe dei Campioni – Champions in bacheca, dovrebbero essere ai primi posti, ma anche l’Inter non dovrebbe essere messe male.

Questa voce vale 528 milioni, la squadra al primo posto ne prenderà 32, quindi a scalare fino all’ultima: in sostanza, stare nelle prime 5 posizioni del nuovo ranking storico potrebbe portare tra 32 e 28 milioni di euro, che scenderebbero fino ai 23 della decima posizione.

Leonardo Bonucci e Mauro Icardi nel derby di Coppa Italia (foto Insidefoto.com)

Per il solo fatto di qualificarsi, quindi, il Milan potrebbe incassare oltre 40 milioni di euro, mentre per l’Inter il bonus complessivo potrebbe aggirarsi sui 38 milioni. Il tutto senza considerare il market pool (che dovrebbe avere un peso inferiore passando dai 580 milioni totali del triennio 2015-2018 a circa 300 nel ciclo 2018-2021) e i bonus legati ai risultati: solo questi ultimi possono valire fino a 82 milioni di euro.

2015-2018 2018-2021
Pareggio nella fase a gironi 0,5 0,9
Vittoria nella fase a gironi 1,5 2,7
Qualificazione agli ottavi 6 9,5
Qualificazione ai quarti 6,5 10,5
Semifinali 7,5 12
Finalista (sconfitta) 11 15
Campione d’Europa 15,5 19
Dati in milioni di euro

Soldi che alle due milanesi farebbero particolarmente comodo per rilanciarsi: un motivo in più per ritenere il derby di oggi un crocevia fondamentale in chiave Champions League.