Il logo TIM sui campi della Serie A (Insidefoto.com)
Il logo TIM sui campi della Serie A (Insidefoto.com)

L’obiettivo è quello di raggiungere i 4,5 milioni di clienti nel 2020, il triplo rispetto al livello attuale, come da piano strategico DigiTim da poco presentato. Telecom passa alla “fase due” per Timvision, voltando pagina rispetto al piano – per ora tramontato – della joint venture con la Canal+ dell’azionista di controllo Vivendi. Lo risporta “Il Sole 24 Ore”, che spiega come Timvision fosse diventata società il 28 dicembre 2016 Timvision. Una Srl totalmente controllata da Telecom con l’obiettivo di produrre, co-produrre, ideare e realizzare opere cinematografiche, programmi e contenuti audiovisivi.

Non solo Milan, Elliott investe in Telecom: non piace la gestione Vivendi

Il calcio su Timvision, il budget per i contenuti potrebbe raggiungere i 150 milioni di euro

Ora arriva il vero e proprio start, visto che domani per i clienti della piattaforma di Tim arriverà la serie “Skam Italia”: remake di una serie norvegese cult per i teenager, coprodotta per l’Italia da Timvision, che ne avrà l’esclusiva, con la società Cross Production. Poco si sa sul budget a disposizione della società per la produzione di contenuti, che con la joint venture con Canal+ si sarebbe aggirato attorno ai 150 milioni di euro, cifra che Timvision punta a raggiungere in solitaria. Certo, tutto questo si scontra con un panorama in cui gli over the top internazionali come Netflix o Amazon, ma Timvision punterà ad un’offerta complementare a quella dei due colossi.

Vertice Infront-Mediapro: i soldi arriveranno, ma gli spagnoli vogliono vederci chiaro

Il calcio su Timvision, Biscarini: «Interessati ad entrarci, ma al giusto prezzo»

Quel che potrebbe fare la differenza è il calcio. Tim è al momento fra gli interlocutori dell’intermediario indipendente spagnolo Mediapro che, seppur con qualche patema, è chiamato a breve a chiudere il cerchio sui diritti della Serie A per il prossimo triennio. «Dal punto di vista generale è innegabile che il calcio sia un elemento di attrazione notevole. Noi come Tim siamo interessati a entrarci ma, come abbiamo sempre detto, al giusto prezzo», ha detto Daniela Biscarini, presidente esecutivo di Timvision. Lo sport è ora comunque presente grazie in parte grazie all’ accordo con Discovery-Eurosport. Per il calcio, non resta invece che attendere.

1 COMMENTO

  1. l’accordo con Eurosport però da quanto capisco è solo per chi prende anche il decoder… Potrebbero inserirlo nell’app anche con un sovrapprezzo ovviamente adeguato (deve costare meno che abbonarsi direttamente e Eurosport Player…)