Ibra ancora un anno al Manchester United
Zlatan Ibrahimovic (Insidefoto.com)

Zlatan Ibrahimovic lascia il Manchester United e la Premier League: ad attenderlo ci saranno i Los Angeles Galaxy, negli Usa.

La conferma della fine del rapporto tra lo svedese e i Red Devils è arrivata dallo stesso club, che in un comunicato ha spiegato: “Il Manchester United conferma di aver raggiunto un accordo per la rescissione del contratto con Zlatan Ibrahimovic con effetto immediato. Tutti i membri del club ringraziano Zlatan per il suo contributo alla squadra dal momento del suo arrivo e gli augurano un buon futuro”.

Zlatan Ibrahimovic (Insidefoto.com)

Secondo i media statunitensi, lo svedese potrebbe esordire addirittura la prossima settimana con la nuov amaglia. Mourinho, tecnico dello United, ha dato il suo ok alla rescissione del contratto con Ibrahimovic: lo stesso portoghese aveva dichiarato che a fine stagione le strade di Ibra e del Manchester si sarebbero divise.

Lo scorso 15 marzo, Ibrahimovic aveva dichiarato di essere tornato in piena forma dopo un infortunio al ginocchio nello scorso anno: il ko era arrivato nell’aprile 2017 nella sfida contro i belgi dell’Anderlecht nei quarti di finale di Europa League. L’ultima apparazione in Premier League per Ibrahimovic resterà quindi quella dello scorso 26 dicembre contro il Burnley.

manchester united clausola adidas champions league
Zlatan Ibrahimovic con la maglia del Manchester United (Foto: Insidefoto.com)

In due stagioni con la maglia dei Red Devils, Ibrahimovic ha messo a segno 29 reti in 53 partite, di cui 28 gol e 46 presenze nella prima stagione: annata in cui ha conquistato tre trofei, risultando decisivo sia nella vittoria del Community Shield che nella Coppa di Lega, segnando le reti che hanno permesso allo United di alzare i due trofei. Non ha disputato, invece, la finale di Europa League in seguito all’infortunio al ginocchio.

Nonostante il ritiro dalla nazionale svedese al termine degli Europei 2016, Ibrahimovic potrebbe rientrare nel giro dei convocati per i prossimi Mondiali: dopo l’eliminazione dell’Italia, infatti, la Svezia si è guadagnata la qualificazione per Russia 2018, con Ibra che potrebbe voler disputare forse l’ultima Coppa del Mondo. “Per me la situazione è sempre la stessa e lo stesso discorso vale anche per Wernbloom. Chi cambia idea deve venire da me e poi ne parliamo insieme”, il commento del ct svedese Janne Andersson.