VODAFONE ITALIA TOP PARTNER DEL VENEZIA FC
Vodafone Italia diventa top partner del Venezia FC

Venezia FC e Vodafone Italia siglano una partnership che accompagnerà lo storico club lagunare in questa nuova stagione di sfide sul campo.

Venezia FC e Vodafone Italia – si legge in un comunicato congiunto – condividono sia l’ambizione di costruire un importante futuro per la città che la stessa voglia di diffondere un modello di sport aperto e inclusivo che coinvolga tutta la comunità attorno alla squadra della Laguna.

Una collaborazione – continua il comunicato – che nasce all’insegna dell’innovazione a conferma della centralità di Venezia per Vodafone Italia e che rappresenta un tassello importante nelle iniziative del club arancioneroverde.

La passione per il calcio e la voglia di viverlo e condividerlo anche attraverso la tecnologia, offrirà ai clienti Vodafone Italia la possibilità di seguire dal vivo il club e di vivere momenti indimenticabili incontrando i beniamini della propria squadra.

“Siamo orgogliosi di questa partnership e dell’opportunità di contribuire alla valorizzazione del Venezia FC e della città di Venezia – afferma Mauro Marelli, Direttore Regione Nord Est di Vodafone Italia –. Investire in un territorio significa contribuire alla sua valorizzazione e Vodafone lo sta facendo con lo sviluppo delle reti di comunicazione, con oltre 40 milioni di euro investiti negli ultimi 2 anni sia costruendo, azioni ed iniziative per portare sempre più i veneziani ad essere parte integrante del mondo del Venezia FC.”

“Siamo orgogliosi che Vodafone abbia scelto di essere al nostro fianco nell’importante percorso intrapreso da alcuni anni – afferma Joe Tacopina, presidente del Venezia FC – per noi la partnership con un brand affermato ed innovativo come Vodafone è particolarmente importante e strategica e mi auguro sia destinata a durare nel tempo. Il nostro è un club ambizioso che quotidianamente sviluppa progetti altrettanto ambiziosi. Partendo dalle attivazioni sulla città, arriveremo fino al nuovo stadio, attraverso una crescita sportiva parallela che ci riporterà in Serie A.”