Marcelo Bielsa (foto Insidefoto.com)

Marcelo Bielsa rivendica poco più di 18 milioni di euro dalla sua ex squadra, il Lille, la cui panchina aveva lasciato il 22 novembre, prima di essere esonerato il 15 dicembre. Secondo L’Equipe, il tecnico argentino sostiene che gli debbano essere pagare l’intero importo previsto dal contratto, come prevedrebbe una clausola in caso di licenziamento prematuro. La cifra rivendicata da ‘El loco’, secondo i media francesi, è di 18,6 milioni, di cui 13,6 di salario e 5 di danni di immagine.

Secondo i documenti presentati da Bielsa, il tecnico argentino doveva ricevere un ingaggio di 560mila euro lordi al mese, pari a circa 245mila netti, oltre a diversi bonus: 5mila euro per ogni vittoria, 100mila euro in caso di qualificazione alla Champions, insieme a benefit come l’auto, una stanza in un hotel a cinque stelle con 105 notti pagate per amici e familiari del Loco e due biglietti andata/ritorno per tutto lo staff verso i rispettivi Paesi di origine.

Marcelo Bielsa ai tempi dell’Olympique Marsiglia (Insidefoto)

La guerra totale era già partita in estate, anche perché, secondo Bielsa, alla Lega francese è stato depositato un contratto diverso rispetto al pre-contratto firmato dal tecnico addirittura a febbraio 2017. Uno scontro con la società che è proseguito poi durante la stagione attuale, con la squadra fracese crollata al 19° posto: una fuga in Cile di Bielsa per far visita ad un amico malato, senza avvisare la società, ha portato infine al termine del rapporto di lavoro.

E proprio qui ruota la questione: secondo Bielsa, nel pre-contratto firmato era presente una clausola che prevedeva che, in caso di licenziamento, la società avrebbe dovuto versargli tutto quanto gli spettava per l’intera durata del contratto. Lo scontro continua e proseguirà, così, anche tra Lega e tribunale.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here