Serie A 2017-2018 Premium
(foto Insidefoto)

Proseguono gli approfondimenti da parte dei club di Serie A sulla proposta della International Bank of Qatar che nelle settimane scorse si era offerta di garantire risorse finanziare ai club per 13 miliardi di euro in 10 anni, soprattutto attraverso anticipazioni di cassa.

Ieri, come riporta la Gazzetta dello Sport, si è svolta una riunione della commissione istituita per approfondire la proposta cui hanno partecipato i rappresentanti di Juventus, Milan, Udinese, Cagliari e Genoa (assente la Lazio).

Sarebbero stati messi nero su bianco alcune richieste di chiarimento cui gli intermediari di Ernst & Young e Comoi, che ha presentato alla Lega la International Bank of Qatar, avrebbero risposto informalmente e, nelle prossime ore, in modo ufficiale.

Ripartizione diritti tv Serie A, è scontro tra i club sui nuovi criteri

La proposta del Qatar è stata accolta con perplessità dai grandi club, ad eccezione del Milan, mentre solleticherebbe l’interesse delle medio-piccole che avrebbero la certezza di flussi di cassa importanti per un arco di tempo di 10 anni.

Ma in che cosa consisterebbe l’offerta della International Bank of Qatar? Si tratterebbe in sostanza di una copertura sui ricavi futuro della Lega Serie A, prevedendo un minimo di 1,3 miliardi di euro all’anno per 10 anni, al costo di 1,5% di commissioni fisse negoziabili, e di un ulteriore 15% sui ricavi oltre quella soglia che andrebbe alla banca qatariota.

Proprio le condizioni finanziarie dell’operazione sono uno dei punti su cui i club di Serie A vorrebbero maggiori dettagli.

Il tema è all’ordine del giorno (assieme alle proposte in materia di politica federale e la candidatura alla presidenza della Federcalcio) dell’assemblea di Lega in agenda domani, ma l’orientamento dei club è quello di prendere una decisione sulla proposta della banca del Qatar solo dopo l’esito del bando dei diritti tv, quindi non prima della fine del mese.

PrecedenteNovità Real Madrid: si potrà pagare un tour del Bernabeu con i Bitcoin
SuccessivoLa proprietà del Manchester City pronta ad espandersi nel calcio indiano