Spettatori Champions League 2017-2018 – Non c’è alcun club italiano nella top 10 della classifica per presenze allo stadio della fase a girone della Champions League 2017-2018 elaborata da Calcio e Finanza sulle 96 partite disputatesi tra il 12 settembre e il 6 dicembre 2017.

Sebbene sia la Roma sia il Napoli possano contare su un impianto con una capienza superiore ai 60.000 posti, i giallorossi si piazzano al 16esimo posto della graduatoria con una media presenze per le tre partite disputate in casa di 41.786 spettatori, mentre gli azzurri sono addirittura 28esimi, su 32 club che hanno preso parte alla fase a gironi della Champions, con una media spettatori di 25.878 e a fronte di una capienza del San Paolo di 60.240 posti.

Fuori dalla top 20 in termini di media spettatori anche la Juventus che finisce al 23esimo posto scontando però la minore capienza dell’Allianz Stadium rispetto ai grandi impianti europei come Old Trafford, Santiago Bernabeu e Allianz Arena.

Ma i bianconeri non svettano nemmeno nella classifica relativa al tasso di riempimento, piazzandosi al 17esimo posto con un load factor dell’89%.

Agli ultimi posti della graduatoria relativa al tasso di riempimento proprio la Roma, terz’ultima, con un load factor del 59%, e il Napoli, ultimo con un tasso di riempimento del San Paolo del 43%.

Spettatori Champions League 2017-2018: Manchester United al top, Barcellona solo settimo

Club  Totale Gare Media Riempimento Capienza Nazione
1 Manchester United 222.960 3 74.320 98% 76.212 ENG
2 Real Madrid 220.972 3 73.657 91% 81.044 ESP
3 Bayern München 210.000 3 70.000 93% 75.024 GER
4 Borussia Dortmund 196.207 3 65.402 80% 81.360 GER
5 Tottenham 193.804 3 64.601 72% 90.000 ENG
6 Qarabağ FK 182.223 3 60.741 87% 69.870 AZE
7 Barcelona 182.018 3 60.673 61% 99.354 ESP
8 Celtic FC 173.762 3 57.921 96% 60.355 SCO
9 Atlético Madrid 172.789 3 57.596 85% 67.703 ESP
10 Liverpool 149.068 3 49.689 92% 54.074 ENG

 

Al primo posto svetta il Manchester United. La media spettatori registrata ad Old Trafford nelle tre gare interne disputate dai Red Devils nel girone di Champions è stata di 74.320 con un tasso di riempimento del “Teatro dei sogni” del 98%, secondo solo al 99% dello Spartak Mosca (il cui impianto però ha una capienza di soli 44.000 spettatori).

Al secondo posto i campioni d’Europa in carica del Real Madrid con una media di 73.657 spettatori al Bernabeu e un tasso di riempimento del 91%, seguiti dal Bayern Monaco con una media di 70.000 spettatori a partita su una capienza dell’Allianz Arena di 75.024 posti.

Solo settimo invece il Barcellona. Nonostante la sfida giocata al Camp Nou con la Juventus sia quella che ha registrato il secondo maggior numero di spettatori di tutte quelle disputate nella fase a gironi, la media spettatori delle tre gare disputate in case dal Barça è stata di 60.673 a fronte di una capienza dello stadio di oltre 99 mila posti.

Quinto invece il Tottenham, prossimo avversario della Juve agli ottavi, che sta disputando la stagione a Wembley in attesa della costruzione del nuovo stadio. Proprio la gara giocata a Wembley tra Tottenham e Real Madrid è stata quella che ha totalizzato più spettatori di tutta la fase a gironi (83.782 presenti).

11 Sporting CP 139.545 3 46.515 93% 50.095 POR
12 PSG 138.943 3 46.314 95% 48.583 FRA
13 Manchester City 137.378 3 45.793 83% 55.097 ENG
14 Spartak Moskva 130.603 3 43.534 99% 44.000 RUS
15 FC Porto 126.554 3 42.185 81% 52.000 POR
16 AS Roma 125.358 3 41.786 59% 70.634 ITA
17 RB Leipzig 124.122 3 41.374 93% 44.345 GER
18 Feyenoord 123.500 3 41.167 81% 51.117 NED
19 Chelsea FC 123.130 3 41.043 98% 41.837 ENG
20 SL Benfica 118.477 3 39.492 60% 65.647 POR

 

Spettatori Champions League 2017-2018: la Juve fuori dalla top 20, il Napoli 28esimo

A fronte dei 41.507 posti dello Juventus Stadium, la media spettatori delle tre gare interne dei bianconeri nella fase a gironi della Champions League è stata di 36.875 spettatori con un tasso di riempimento dell’89%, inferiore comunque a quello di altri club con stadi con capienza simile come il Chelsea (41.043 spettatori medi e un load factor di Stamford Bridge del 98%), il Lipsia (41.185 – 93%) e il Besiktas (37.635 – 90%).

21 Beşiktaş 112.906 3 37.635 90% 41.903 TUR
22 Sevilla FC 112.202 3 37.401 88% 42.714 ESP
23 Juventus 110.624 3 36.875 89% 41.507 ITA
24 FC Basel 103.414 3 34.471 81% 42.500 SUI
26 Olympiakos 91.335 3 30.445 91% 33.334 GRE
25 Shakhtar D. 90.403 3 32.917 94% 34.915 UKR
27 CSKA Moskva 84.778 3 28.259 92% 30.600 RUS
28 SSC Napoli 77.633 3 25.878 43% 60.240 ITA
29 Anderlecht 58.759 3 19.586 91% 21.619 NED
30 APOEL Nikosia 51.633 3 17.211 75% 22.859 CYP
31 NK Maribor 37.048 3 12.349 95% 12.944 SVN
32 AS Monaco 28.135 3 9.378 51% 18.523 FRA

 

Nella parte bassa della classifica, come detto in precedenza, figura il Napoli. A pesare negativamente sulla media spettatori del club presieduto da Aurelio De Laurentiis è stata in particolare la partita casalinga contro lo Shakhtar, vinta per 3-0 dagli azzurri di Maurizio Sarri. Lo scorso 21 novembre erano presenti al San Paolo 10.573 spettatori.

Napoli – Shakhtar è stata la terza partita meno vista allo stadio della fase a gironi della Champions League. Peggio ha fatto solo il Monaco (che però può contare su uno stadio meno capiente). A seguire Monaco-Lipsia erano infatti presenti solo 9.029 spettatori (seconda partita meno vista), mentre gli spettatori sugli spalti del Louis II per Monaco-Besiktas, la meno vista in assoluto, erano ancora meno: 7.403

Spettatori Champions League 2017-2018 – Il tasso di riempimento

Club Riempimento
Spartak Moskva 99%
Chelsea FC 98%
Manchester United 98%
Celtic FC 96%
NK Maribor 95%
Paris Saint-Germain 95%
Shakhtar Donetsk 94%
Bayern München 93%
RB Leipzig 93%
Sporting CP 93%
CSKA Moskva 92%
Liverpool FC 92%
Olympiakos Piräus 91%
Real Madrid 91%
RSC Anderlecht 91%
Beşiktaş 90%
Juventus 89%
Sevilla FC 88%
Qarabağ FK 87%
Atlético Madrid 85%
Manchester City 83%
FC Porto 81%
FC Basel 81%
Feyenoord 81%
Borussia Dortmund 80%
APOEL Nikosia 75%
Tottenham Hotspur 72%
FC Barcelona 61%
SL Benfica 60%
AS Roma 59%
AS Monaco 51%
SSC Napoli 43%

4 COMMENTI

  1. la famiglia agnelli elkann a Torino è protetta da media omertosi (e da tifosi che o la appoggiano in modo dogmatico o scendono a patti con loro vedi il caso biglietti senza precedenti e paragoni in Europa. 10 anni fa la Juventus aveva ricavi uguali a barcellona e real madrid e manchester united ,superiori al Bayern Monaco . Oggi la Juventus grazie allo stadietto costruito con 4 spiccioli da 40mila posti e ad agnelli ed elkann che non hanno mai investito un euro di tasca loro ma gestiscono la Juventus conb 0 rischio d’impresa e con i soldi che ogni anno versano i tifosi, ha ricavi che sono la metà di questi club e nel medio lungo termine non potrà competere con essi

    • Verissimo. Il Dortmund ha 65 e rotti posti per le competizioni europe e il Bayern ne ha circa 70000 quindi entrambi hanno fatto il pienone o quasi in Champions (che del resto è una cosa normale da quelle parti).

  2. X Giovanni. 10 anni fa la Juventus aveva neanche la metà del fatturato del Real Madrid……la differenza la fanno gli sponsor. Real Madrid 200 milioni circa…..juventus (jeep è adidas) poco più di 40 milioni .

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here