Italia-Olanda biglietti
Ciro Immobile e Andrea Belotti con la maglia della nazionale italiana (Insidefoto.com)

«Non c’è nessuna perdita da cento milioni (per la Figc, ndr), non c’è aria di disfatta. Semmai quello che accadrà sarà che chi vorrà aggiudicarsi i diritti per trasmettere le partite di Russia 2018 in Italia finirà per risparmiare qualcosa, a danno dell’agenzia che li detiene. C’è invece un’occasione da sfruttare, un nuovo ciclo da costruire. Per questo auspico una grande tournée della Nazionale italiana prima del Mondiale del prossimo anno, che potrebbe avere nella Cina il suo baricentro. Reagire, questo ci chiede il mercato, non piangerci addosso».

L’amministratore delegato di Infront Italy, Luigi De Siervo, replica così dalle colonne de Il Foglio a chi sostiene che la mancata qualificazione della nazionale italiana dai Mondiali di Russia 2018 provocherà un danno di 100 milioni sulle casse della Figc.

Un danno che, secondo le stime circolate negli ultimi giorni, sarebbe da ricollegare in buona parte a una presunta fuga degli sponsor che proprio Infront, in qualità di advisor della Federcalcio, aveva individuato per la Figc negli anni scorsi.

lega a diritti tv estero
Luigi De Siervo (Insidefoto.com)

In realtà, stando anche alle dichiarazioni pubbliche di alcuni Top Sponsor della Figc, come Eni e Poste Italiane, nonostante la mancata qualificazione dell’Italia dai Mondiali, gli attuali partner commerciali della Federazione non avrebbero intenzione di sfilarsi, pur avendone la possibilità.

L’impatto del flop Italia sulle casse Figc? Infront rassicura: “Nessun sponsor in fuga”

I contratti in essere prevedono infatti questa possibilità, ma il brand degli Azzurri per quanto appannato è ancora in grado di suscitare emozioni e garantire visibilità alle aziende partner. L’importante, come sottolineato da De Siervo, è trovare nuove modalità di valorizzazione del progetto.

Preso atto che ai Mondiali l’Italia non ci sarà toccherà alla Figc non solo gettare le fondamenta per far tornare la nazionale competitiva sul campo ma anche il compito di pensare nuove iniziative in grado di venire incontro alle esigenze di sponsor e partner commerciali.

L’idea della tournée in Cina lanciata da De Siervo è solo una delle possibilità. E’ notizia di ieri, infatti, che la Federcalcio degli USA, proprio a fronte della mancata qualificazione della nazionale a stelle e strisce per i Mondiali in Russia, starebbe valutando l’opportunità di organizzare un torneo con le principali nazionali escluse dai campionati del Mondo, tra cui Italia, Olanda, Cila, Ghana, Grecia e Turchia.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here