Serie A, in campo i cacciatori di teste di Egon Zehnder per la ricerca dell'ad

La Lega di Serie A avrebbe deciso di affidarsi ad Egon Zehnder, uno dei big globali del recruitment, per individuare una rosa di manager all’interno della quale individuare il futuro…

Canale Lega Serie A

La Lega di Serie A avrebbe deciso di affidarsi ad Egon Zehnder, uno dei big globali del recruitment, per individuare una rosa di manager all’interno della quale individuare il futuro amministratore delegato.

Lo scrive il quotidiano finanziario MF, che sottolinea come sul taccuino dei cacciatori di teste ci sono sette nomi di potenziali candidati.

Come riferito nei giorni scorsi da Calcio e Finanza sono sotto osservazione ci sarebbero Antonio Campo Dall’Orto, ex dg Rai e in precedenza top manager di Mtv, Tom Mockridge, già ad di Sky Italia e oggi sulla tolda di comando della Virgin Media di Richard Branson; Vincenzo Novari, ex ad di H3G e Marzio Perrelli, ceo di Hsbc Italia.

Ma a questi nomi, secondo riportato sempre da MF-Milano Finanza, si sono aggiunti quelli dei due professionisti del settore tv: Alessandro Araimo, executive vice president e general manager di Discovery Italia, e Matteo Mammì, responsabile dei diritti sportivi di Sky.

Nella ventaglio di nomi sul taccuino di Egon Zehnder ci sarebbe anche quello di Luigi De Siervo, attuale ad di Infront Italy, advisor della stessa Lega per la gestione dei diritti tv della Serie A, in precedenza responsabile di RaiCom.

Il processo di selezione prevede una prima scrematura delle candidature e la presentazione di una short list a tre alla commissione di valutazione della medesima Lega.

Ci sono criteri specifici per la scelta del nuovo top manager che deve essere un uomo d’industria con un background di trading di diritti televisivi, di multimedialità e marketing e di spiccate relazioni internazionali. La durata del contratto in questione è quadriennale.