De Laurentiis VAR
Aurelio De Laurentiis (foto Insidefoto.com)

“De Siervo è un’amabilissima persona, ma Infront ci sta castrando, probabilmente in buona fede. Per i diritti italiani deve intervenire il ministro Lotti, per modificare la legge Melandri e venderli all’asta”. Aurelio De Laurentiis parla della vendita dei diritti televisivi del calcio ai microfoni di Radio Kiss Kiss e critica l’ad di Infront, De Siervo e sollecita Lotti.

”È molto avventato e illogico – dice il patron del Napoli – vendere oggi i diritti perché stiamo rifondando la Lega con un nuovo statuto che prevede un ad con pieni poteri per poter organizzare soprattutto questa licenza dei diritti in Italia e all’estero. Vediamo di scegliere il fantino prima di prendere il cavallo. Invece lui ha voluto dare seguito ad una prima tornata che ha dato esiti negativi. Ha responsabilità anche il ministro, che ringrazio del decreto legislativo sugli stadi, ma contemporaneamente avrei presentato anche un altro decreto per modificare la legge Melandri. Affossa la vendita dei diritti tv, ha fatto caos, distrugge la possibilità di massimizzare i ricavi”.

lega a diritti tv estero
Luigi De Siervo (Insidefoto.com)

Parole che seguono l’attacco di De Laurentiis di qualche settimana fa, quando il patron del Napoli aveva dichiarato: “Gli spagnoli hanno risanato il calcio con un amministratore delegato: loro prendono 700 milioni per l’estero, non si capisce perché noi ci dobbiamo accontentare di 300/400 milioni. Se De Siervo non è capace di guidare una Ferrari dimostrando che ha una Fiat, ha sbagliato casa: accontenta solo i piccoli club – l’attacco del patron dei campani nel corso dell’intervista a Radio24 -. Perché dopo Bogarelli, un illuminato, devo avere un De Siervo che viene dalla Rai e non faceva delle grosse vendite”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here