“Una statua per Gigi Riva”. Parte dall’idea di un gruppo di tifosi speciali del Cagliari l’iniziativa presentata ieri sera al Bastione di Saint Remy.

“In riconoscimento e riconoscenza del valore sportivo e umano di Gigi Riva, tutt’ora miglior cannoniere della storia della nazionale italiana di calcio, abbiamo deciso di lanciare questa proposta”, hanno spiegato Pietro Porcella, giornalista, Giovanni Dore, avvocato, Ferdinando Secchi, assessore comunale ai servizi sociali, Oliviero Salvago, direttore di banca, e l’ex portiere del Cagliari dello scudetto Adriano Reginato.

Il comitato ha creato una associazione con l’intento di raccogliere fondi per la costruzione di una statua gigante che immortali l’impresa sportiva di Rombo di tuono, il quale – hanno ricordato – all’inizio era un pò scettico, poi ha accettato la proposta e si è detto entusiasta dell’iniziativa.

Football Memorabilia, all’asta cinque secoli di cimeli calcistici

“Ma i miei compagni dello scudetto cosa penseranno?”, è stata la prima domanda di Riva all’amico Salvago, che ha voluto evidenziare la grande umanità del giocatore, ancora molto legato ai suoi ex compagni rossoblù.

Una statua per un mito vivente, come è stato già fatto in Brasile per Pelé, negli Usa per Michael Jordan e in Portogallo per Cristiano Ronaldo o in Inghilterra per Bobby Charlton, George Best (poi deceduto) e Denis Law, ovvvero la United Trinity che campeggia davanti a Old Trafford.

Chiunque potrà partecipare come individuo, società sportiva o società commerciale. Iniziativa che fa seguito all’intitolazione della piazza davanti allo stadio Amsicora alla squadra campione d’Italia 1969/70.

Il comitato raccoglierà anche proposte su come raffigurare Riva nella statua, il nome dell’artista che la realizzerà e soprattutto dove verrà posizionata.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here