Benedikt Höwedes (Insidefoto.com)
Benedikt Höwedes (Insidefoto.com)

Benedikt Höwedes è ufficialmente un nuovo calciatore della Juventus. Con una nota pubblicata sul proprio sito internet il club bianconero ha svelato i dettagli dell’accordo che porteranno il difensore della nazionale tedesca a vestire la maglia della Juve nella stagione 2017-2018.

Höwedes arriva in bianconero con la formula del prestito fino al 30 giugno 2018. Il numero di presenze con la maglia del club campione d’Italia determinerà l’emergere di un obbligo di riscatto per la Juventus, che in alternativa potrebbe avere invece solo il diritto. Vediamo cosa dice il comunicato ufficiale.

«Juventus Football Club S.p.A.», si legge nella nota del club, «comunica di aver perfezionato l’accordo con la società FC Gelsenkirchen-Schalke 04 e.V per l’acquisizione a titolo temporaneo, fino al 30 giugno 2018, del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Benedikt Höwedes a fronte di un corrispettivo di € 3,5 milioni da versare entro il 15 settembre 2017».

«Juventus ha, inoltre, la facoltà di acquisire il calciatore a titolo definitivo a decorrere dal 1° luglio 2018, o avrà l’obbligo di farlo, qualora il giocatore disputi almeno 25 partite ufficiali nel corso della stagione 2017/2018».

«Il corrispettivo è stato fissato a € 13 milioni, pagabili in due esercizi, e potrà incrementarsi di ulteriori massimi € 3 milioni al raggiungimento da parte di Juventus di sfidanti obiettivi sportivi entro il 30 giugno 2020».

Ventinovenne, nato a Haltern in Germania, alto 187 centimetri, Höwedes è un vero e proprio jolly della difesa, capace di rivestire con ottimi risultati sia il ruolo di centrale che quello di laterale basso. Caratteristiche che lo hanno portato, negli anni, a diventare un giocatore indispensabile dello Schalke 04 e della Nazionale tedesca.

Campione del Mondo 2014, ha disputato la finale del torneo brasiliano, schierato come laterale sinistro. In totale sono 38 le sue presenze con la selezione del suo paese con 2 reti all’attivo. Non c’è “solo” un Mondiale, nel suo palmarès, ma anche due terzi posti agli Europei del 2012 e del 2016, e una vittoria nell’Europeo Under 21, in Svezia nel 2009, al termine del quale Höwedes figura nella Selezione UEFA dei migliori giocatori del torneo.

PrecedenteAtletico Madrid, vicino il passaggio al nuovo stadio: il 16 settembre è la data prescelta
SuccessivoAl via gli Europei di basket 2017, tutti i 76 match in diretta esclusiva su Sky