inaugurazione stadio filadelfia torino
Il nuovo stadio Filadelfia (foto Insidefoto.com)

È stato sottoscritto questa mattina in Comune, tra Fondazione Stadio Filadelfia e Torino Fc, il contratto d’affitto dello storico stadio recentemente ricostruito dopo vent’anni di abbandono. Ospiterà per i prossimi vent’anni gli allenamenti della prima squadra e le partite della Primavera del Torino, che verserà ogni anno alla Fondazione 205mila euro. Anche la manutenzione ordinaria e quella straordinaria saranno a carico del club.

“Tornare al Filadelfia è un motivo di grande orgoglio. Lo stiamo trattando come una casa, la casa del Toro – commenta soddisfatto il presidente del Torino, Urbano Cairo – Mi auguro che sia l’inizio di qualcosa di speciale”. Con la firma del contratto di locazione, termina il mandato di Cesare Salvadori da presidente della Fondazione. “Il Filadelfia oggi è una realtà – sottolinea a sua volta soddisfatto – e oggi la consegniamo al Torino, che con la sua casa speriamo ritrovi anche l’antico entusiasmo per gli allenamenti”.

“Per noi è un grande orgoglio tornare al Filadelfia, tutti insieme ce l’abbiamo fatta, ed ora eccoci qui a cominciare una nuova stagione. Mi auguro che sia l’inizio di qualcosa di specialmente bello, il nostro obiettivo è renderlo il più funzionale possibile con grande attenzione alla sicurezza”, ha aggiunto Cairo mentre Salvadori, sottolineando che per completare il progetto restano da realizzare la foresteria e il museo del club, ha concluso: “Sono alla conclusione del mio mandato alla guida della Fondazione ed esprimo un grande ringraziamento a tutti con l’augurio è che si arrivi al più presto al completamento del progetto”.

Tra le altre cose, il presidente Cairo è intervenuto anche sullo scudetto del 1927: “Stiamo lavorando perché venga restituito al Torino lo scudetto del 1927. Vediamo come si svilupperà l’iter”, ha ammesso Cairo a margine della firma del contratto di locazione del nuovo stadio Filadelfia. “Credo sia una cosa giusta e da fare”, aggiunge il patron granata.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here