lega pro valore formativo seconde squadre
(foto: Ufficio Stampa LegaPro)

La Lega Pro 2017/18 va verso l’addio alle 60 squadre. Per i posti disponibili per il ripescaggio, infatti, sono arrivate soltanto due domande complete, quelle di Triestina e Rende: l’ex Serie C va quindi verso un format da 57 squadre per la prossima stagione.

Ieri infatti era il termine ultimo per la presentazione delle domande di ripescaggio. Solamente Triestina e Rende hanno presentato la domanda completa: ci sono poi i casi di Rieti e Lumezzane. Il Rieti, come si legge in una nota del club, ha presentato la domanda “corredata dalla tassa d’iscrizione, le certificazioni bancarie sulle garanzie fideiussorie richieste e una lettera d’intenti nella quale si rappresenta la volontà di versare il fondo perduto entro i termini prestabiliti dal regolamento”: in sostanza, manca il fondo perduto di 300mila euro, che la società si è impegnata a versare entro una settimana. Il Lumezzane, invece, ha scelto una strada più complessa: ha presentato domanda di riammissione, quindi senza i 300mila euro, e non di ripescaggio.

lega pro progetto formazione ex calciatori
Il presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina (foto: ufficio stampa Lega Pro)

Sicuramente out Varese, Virtus Vecomp e Vis Pesaro, con il Lumezzane resta in bilico anche il Potenza, che non ha presentato alcuna domanda di ripescaggio ma attende di capire se verrano riaperti i termini per presentare eventualmente la sua richiesta. Si fa sempre più largo, così, l’ipotesi di una Lega Pro da 57 squadre, con tre gironi da 19 club ciascuno: la decisione finale spetterà al  Consiglio federale del prossimo 4 agosto, in cui si discuterà anche delle formule per playoff e playout.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here