Palermo, anche segretaria Zamparini fra gli 8 indagati
Maurizio Zamparini (Insidefoto.com)

Zamparini non cede il Palermo a Paul Baccaglini. Alla scadenza fissata per finalizzare il passaggio di proprietà del club rosanero, il patron del Palermo ha annunciato a Sky Sport che non ci sarà alcuna cessione, considerando che Baccaglini, nominato presidente del Palermo nei mesi scorsi, non avrebbe versato quanto pattuito nel contratto sottoscritto con l’attuale proprietà della società siciliana.

«Non ho le giuste garanzie, non posso lasciare il club al primo che passa», ha affermato Zamparini a Sky, aggiungendo: «al momento la storia è chiusa. Vado avanti, riporterò la squadra in Serie A».

Che il closing potesse saltare lo si era capito già nelle scorse ore. Zamparini lo aveva fatto intendere già con le dichiarazioni rilasciate oggi al Giornale di Sicilia.

palermo closing baccaglini
Paul Baccaglini, presidente del Palermo
(foto Insidefoto.com)

«Baccaglini – queste le dichiarazioni del patron rosanero al quotidiano – deve trovare i soldi, spetta a lui farlo e spero che li abbia. A Baccaglini voglio bene, ma voglio più bene al Palermo. Spero che possa essere il giorno giusto. Non esiste alcuna distanza tra domanda e offerta. C’è un contratto firmato a febbraio, col Palermo in Serie A, e adesso stiamo solo aspettando per vedere se ci sono i soldi previsti. Io aspetto quanto promesso da loro. Nel frattempo vado avanti e mi preoccupo di portare il Palermo in Serie A. Ho scelto gli uomini migliori per potere raggiungere questo obiettivo», ha proseguito Zamparini.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando è intervenuto appena appresa la notizia: “Continua una situazione di incertezza – scrive in una nota il primo cittadino – ed un gioco delle parti che hanno come unica conseguenza un danno alle prospettive della squadra e alle aspettative dei tifosi. Continuo a sperare che prevalga il buonsenso per dare a Palermo una squadra adeguata alla città”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here