Cagliari-Empoli 3-2
Cagliari-Empoli 3-2

Cagliari-Empoli 3-2. Il Cagliari batte l’Empoli trascinato da Sau e Farias (doppietta). E i toscani affondano: il Crotone ora è a un punto di distanza. La squadra di Martusciello, che oggi con una vittoria e una contemporanea sconfitta dei calabresi avrebbe raggiunto la matematica salvezza, è nei guai fino al collo: si gioca tutto in 180 minuti con Atalanta e Palermo.

Difficile capire perché non abbia cercato di approfittare anche dell’ora e mezzo a disposizione al Sant’Elia. In realtà i toscani si sono svegliati, dopo aver fallito anche un un rigore, solo negli ultimi 19 minuti con l’ingresso di Zajc (un gol e un assist per Maccarone). E hanno provato anche l’assalto della clamorosa rimonta dopo il 3 a 0 che nel primo tempo sembrava aver già emesso la sentenza di condanna.

Nei primi 45 minuti Cagliari in forma, motivato e implacabile. Le ali sono forse il modulo offensivo 4-2-3-1 con Sau, Farias, Joao Pedro, Borriello insieme in campo. I gol di Sau e Farias fanno il resto. A esultare sugli spalti anche cento tifosi in più: sono migranti arrivati dall’Africa in questi mesi ospitati dalla società nel settore distinti. Lo schema stile Juve in effetti è la mossa che non fa capire niente all’Empoli.

Neanche il tempo per Martusciello di prendere le contromisure ed è già gol. Isla, molto attivo nei primi minuti, infila la difesa toscana con un filtrante per Sau. L’attaccante-oggi trequartista- fila solo solo verso Skorupski: tocco sull’uscita dell’ex Roma e la partita all’8′ è già sbloccata. Empoli annichilito.

Si vede anche nell’azione del raddoppio: contropiede di Farias sulla sinistra, poi scambio in area con Borriello e palla di nuovo sui piedi del brasiliano che segna da pochi passi. Ospiti immobili, mentre dagli altri campi arriva la notizia del vantaggio del Crotone con l’Udinese.

E, come se non bastasse, arriva pure il terzo gol. Ancora contropiede, ancora Farias (passaggio di Tachtsidis) che si fa mezzo campo da solo prima di battere Skorupski per la seconda volta. L’Empoli? Non si risveglia nemmeno con il rigore concesso al 9′ per fallo di mano di Murru su cross ravvicinato di Thiam.

Pucciarelli dal dischetto cerca l’angolino, ma trova il guantone di Rafael, ancora una volta para-rigori dopo i penalty neutralizzati a Paloschi e Thereau. E invece si sveglia, ma troppo tardi, con l’ingresso di Zajc, scatenato sulla sinistra: segna e fa segnare anche Maccarone. All’assalto finale partecipa anche Skorupski. Ma niente: finisce 3 a 2.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here