suarez morso chiellini adidas
Suarez si tiene i denti dopo il morso a Giorgio Chiellini (foto Insidefoto.com)

Il morso a Chiellini durante Italia-Uruguay ai Mondiali 2014 è costato a Luis Suarez anche una “multa” da parte dell’Adidas. In un’inchiesta sui calciatori e i paradisi fiscali, il quotidiano olandese NRC analizza anche l’episodio che riguarda l’attuale attaccante del Barcellona.

Dopo il morso a Giorgio Chiellini, il bomber dell’Uruguay venne sanzionato con una squalifica di quattro mesi, la più alta squalifica mai comminata dalla Fifa per un fatto avvenuto in campo, punendo inoltre Suarez con una multa di 100mila franchi svizzeri. Ma i danni economici non si fermarono qui.

suarez morso chiellini adidas
Giorgio Chiellini mostra il segno del morso di Luis Suarez (foto Insidefoto.com)

Due settimane dopo l’episodio, la Adidas, che si era schierata accanto alla decisione della Fifa (decidendo inoltre di non utilizzare più Suarez durante alcuna campagna di marketing durante il Mondiale), ha inviato una lettera allo stesso Suarez. “Questo incidente ha avuto un impatto negativo sulle nostre campagne di marketing e sulla reputazione di Adidas come sponsor di Luis”, si legge nella lettera inviata da Jens Jacobsen Jansen, capo della divisione marketing sportiva di Adidas, all’entourage del giocatore.

“L’opinione di Adidas – prosegue la lettera pubblicata integralmente da NRC – è che Luis abbia leso non solo la sua immagine, ma anche quella della stessa Adidas, e non si può rimediare all’impatto negativo dell’incidente. Per questo motivo, Adidas non ha altre opzioni se non quella di applicare una riduzione del 20% all’attuale cifra inserita nel contratto per la stagione 2013/14. Questa cifra sarà decurtata dal primo pagamento nella stagione 2014/15”.

Il contratto di Suarez con l’Adidas prevedeva un compenso di 400mila euro a stagione: nella stagione 2014/15, così, l’attaccante dell’Uruguay si è visto decurtare la cifra di 80mila euro, trattenuti dall’Adidas come sanzione per morso a Chiellini.

Nonostante questo, l’Adidas ha continuato a stare vicino a Suarez: “Nonostante l’accaduto e la sanzione, continueremo a supportare Luis nel futuro e continua a considerarlo uno dei migliori attaccanti al mondo”. Anche perché, ironia della sorte, Suarez aveva firmato un nuovo contratto con Adidas appena un mese prima dell’incidente con Chiellini.