Milan Borussia Dortmund 1-3 Aubameyang aubameyang maschera nike
Pierre Emerick Aubameyang (foto Insidefoto.com)

L’esultanza di Pierre-Emerick Aubameyang diventa un caso. L’attaccante del Borussia Dortmund, infatti, dopo il gol contro lo Schalke 04 ha esultato indossando una maschera con brand Nike: mossa che ha fatto infuriare i vertici del club e non solo.

Il Borussia Dortmund è infatti legato a Puma da un contratto di sponsorizzazione, e l’esultanza di Aubameyang non è andata giù nemmeno all’azienda di abbigliamento sportivo. Non è la prima volta che l’attaccante festeggia la campagna Nike “The Masked Finisher”, ma stavolta la società ha scelto il pugno di ferro.

L’amministratore delegato dei gialloneri Watzke è stato chiaro: «Non è possibile che facciamo gli interessi economici della Nike. Noi siamo Puma. Un comportamento del genere è inaccettabile da parte di una grande azienda come la loro». Da qui la scelta di una multa da 50 mila euro: il giocatore ha incontrato il CEO Hans-Joachim Watzke e il direttore sportivo Michael Zorc, che gli avrebbero comunicato la sanzione. «Non era a conoscenza delle conseguenze di quel gesto, abbiamo parlato dell’accaduto, non potevamo tollerarlo».

Ma lo stesso Aubameyang è poi intervenuto su Instagram, pubblicando una foto con la “maschera della discordia” e commentandola così: «Io arrogante? Andiamo ragazzi, questo è il mio modo di vivere! Questo è il mio mondo e io sono come un bambino che si diverte a giocare a calcio». Tuttavia, martedì ha comunque giocato titolare nella partita vinta dal Dortmund contro l’Amburgo, segnando anche il gol del 3-0 nel finale: ma stavolta esultando senza maschera.