apertura nuovi negozi Kappa

Il gruppo Basicnet non arresta la sua corsa. Secondo i risultati preliminari per l’esercizio fiscale 2016, il gruppo torinese presieduto da Marco Boglione, a cui fanno capo marchi tra cui Superga, K-way e Kappa, ha registrato vendite aggregate per 740 milioni di euro. Questi risultati indicano una crescita dell’1,3% sul precedente esercizio.

I risultati migliori, secondo quanto riporta Milano Finanza, sono stati messi a segno in modo particolare nel mercato americano, che ha fruttato introiti in salita del 45,4%. L’ebitda si è attestato a quota 21,5 milioni di euro, mettendo a segno una performance in calo che risponde agli ampi investimenti della società in comunicazione, sponsorizzazioni e attività di marketing a livello internazionale, incrementati del 29% sul 2015.

A livello geografico, l’Europa ha segnato un +2,4%, mentre l’Asia è rallentata. Bene anche per la distribuzione: per la prima volta il gruppo ha superato la soglia dei mille punti vendita nel globo: al 31 dicembre erano 1.155 gli store monomarca (di cui 204 in Italia), 948 a insegna Kappa e Robe di Kappa, 170 Superga e i restanti K-way.

Per quanto riguarda l’andamento dei singoli marchi, Kappa (sponsor tecnico, tra gli altri, di Napoli, Torino e Sassuolo) e Robe di Kappa, attivi oggi in 126 mercati worldwide, hanno totalizzato nell’anno vendite per 370 milioni di euro, in salita del 3,3%.

L’America ha registrato un’accelerazione del 54,4%, con prospettive positive per l’espansione in Cambogia, Vietnam, Albania, Romania e Sud Corea. Nel 2017 saranno aperti 12 nuovi store dedicati al marchio.

Superga, attiva in 101 Paesi, ha realizzato 130 milioni di euro di ricavi, in calo del 2,4% per la sofferenza nel mercato cinese e sud-coreano. In salita invece Germania (+42,6%), Nord Europa (+56,3%) e Olanda (+89,1%), mentre in Italia (-10,5%) è in corso un riposizionamento del brand nei canali di distribuzione.

K-way, oggi presente in 18 mercati, ha poi registrato vendite per 65 milioni di euro di ricavi, in salita del 7,3% grazie alla performance in Asia (+37,4%), con in testa Giappone e Corea del Sud. «L’America ha avuto due forti driver di crescita: il primo è arrivato da Superga, che negli Stati Uniti ha fatturato un +42,7% grazie all’intesa con Steve Madden. Il secondo è grazie al successo di Kappa nell’area latina, attraverso nuove licenze in Costa Rica e Cile e sponsorizzazioni calcistiche in Argentina e Brasile», ha sottolineato a MFF Gianni Crespi, ceo di BasicNet .

«Per K-Way abbiamo grandi progetti. Nel mese di maggio apriremo un flagship store a Parigi, nel quartiere Le Marais e uno a Londra, in Covent Garden. Dopo l’estate invece sarà la volta di un altro spazio a Tokyo. Nel giro di quattro anni vogliamo aumentare la presenza del brand a 80 mercati, dai 18 attuali». Il gruppo, che ha archiviato il 2015 con un utile netto di 16,8 milioni di euro, pubblicherà i profitti relativi all’anno fiscale appena concluso il 22 marzo, dopo l’approvazione del bilancio definitivo da parte del cda della società

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here