ferrari ingresso società F1
(Insidefoto.com)

La Ferrari archivia il 2016 con un utile netto di 400 milioni di euro, in crescita del 38% rispetto all’anno precedente. I ricavi netti si attestano a 3,1 miliardi di euro, su del 9% yoy, le consegne superano le 8mila unità: 350 auto in più del 2015 per una crescita annua del 4,6%. Lo comunica la società in una nota. La casa di Maranello stima per il 2017 un ulteriore aumento delle consegne (8.400 in totale) e prevede di incassare ricavi netti oltre i 3,3 miliardi di euro per un EBITDA Adjusted superiore a 950 milioni di euro. Intanto, il Cavallino rampante intende distribuire un dividendo di 0,635 euro per ogni azione ordinaria, per un valore complessivo di 120 milioni distribuiti agli azionisti.

schermata-2017-02-02-a-12-55-15

Bilancio Ferrari 2016, le vendite 

L’aumento delle vetture consegnate è stato trainato da una crescita del 5% delle vendite dei modelli a 8 cilindri (V8), guidata dal successo sia della 488 GTB che della 488 Spider. In aumento del +4% le consegne dei modelli a 12 cilindri (V12), grazie al recente lancio sul mercato dei modelli GTC4Lusso e LaFerrari Aperta, che stanno andando a regime, e alla solida performance della F12tdf. LaFerrari è giunta al completamento del suo ciclo di vita. Tutte le regioni hanno fornito un contributo positivo. All’interno della regione EMEA che ha registrato un’espansione dell’8%, Italia, Germania e Francia sono cresciute a doppia cifra. Il Resto della regione Asia Pacifico (APAC) è cresciuto del 3%, le Americhe hanno evidenziato un aumento del 2%, mentre le consegne nell’area Greater China sono aumentate solo del +1% per la decisione di Ferrari di concludere la collaborazione con l’attuale distributore di Hong Kong nel quarto trimestre 2016.

Bilancio Ferrari 2016, i ricavi

Nel 2016, i ricavi netti si sono attestati a Euro 3.105 milioni, con un incremento di Euro 251 milioni, pari al +8,8% (+9,4% a cambi costanti) rispetto al 2015. I ricavi da Automobili e parti di ricambio (Euro 2.180 milioni) hanno registrato un incremento del 5% rispetto all’esercizio precedente, grazie all’aumento dei volumi della 488 GTB, della 488 Spider, della F12tdf, dei modelli recentemente lanciati GTC4Lusso e LaFerrari Aperta, della FXX K non omologata, del modello in edizione limitatissima F60 America, oltre che per il maggior contributo del nostro programma di personalizzazioni e dall’aumento dei prezzi dal quarto trimestre 2016.

Questo risultato, spiega la società nella nota, “è stato in parte compensato dal completamento del ciclo di vita de LaFerrari. I ricavi da Motori (Euro 338 milioni, +55%) hanno evidenziato un considerevole incremento riconducibile principalmente alle forti vendite a Maserati e all’aumento dei ricavi generati dalla fornitura ad altri team di Formula 1”.

In rialzo anche i ricavi da Sponsorizzazioni, proventi commerciali e relativi al marchio (Euro 488 milioni, +11%) grazie soprattutto al miglior posizionamento nelle classifiche del Campionato 2015 rispetto al 2014, all’aumento dei ricavi derivanti dalle sponsorizzazioni e al contributo positivo delle attività legate al marchio. Gli altri ricavi (Euro 99 milioni, -14%) hanno segnato una flessione dovuta prevalentemente al calo dei ricavi da attività collaterali, incluso il deconsolidamento del business europeo dei servizi finanziari.

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here