Una squadra di calcio che vale più (parecchio) più del Milan e dell’Atletico Madrid. Esiste e si chiama Beijing Guo’an che ha chiuso al quinto posto l’ultima edizione della China Super League. Il 64% del club è passato dal conglomerato Citic al gruppo immobiliare Sinobo Land per 3,6 miliardi di yuan, con una valutazione complessiva della squadra pechinese a 5,6 miliardi di yuan, pari a 754 milioni di euro. Come detto, più del Milan che dovrebbe chiudere l’affare con Sino-Europe per 520 milioni – più debiti – e dell’Atletico Madrid. Ne scrive oggi il quotidiano Milano Finanza in edicola.

La cifra per la cessione del Beijing Guo’an è stata considerata da alcuni osservatori attenti “eccessiva e poco realistica”, visto che il club – come ricorda MF – nel 2015 valeva poco più di 150 milioni di euro, secondo le stime di Forbes, anche se resta una delle squadre più seguite in Cina.

L’investimento di Sinobo Land rientra nel programma governativo di spingere sul calcio per far diventare la Cina una vera potenza mondiale. Come è arcinoto da circa un anno Xi Jinping ha messo a punto il suo disegno e lo persegue, tuttavia in queste ultime settimane pare si sia stufato di veder arrivare in Cina calciatori stranieri strapagati per calcare i campi della CSL. Infatti il governo di Pechino ha messo vincoli stringenti, anche perché punta a coltivare il proprio gruppo di giovani promesse.

Intanto non si placa la sete di calcio degli imprenditori cinesi. Come spiega MF, la Lander Sports Development (attiva nella costruzione di stadi) ha annunciato di aver avviato contatti per rilevare una quota del Southampton. “L’interesse – scrive il quotidiano finanziario – è stato confermato con una lettera ai tifosi dalla dirigenza del club inglese, attualmente a metà classifica in Premier League. Ogni decisione, ha risposto la proprietaria Katharina Liebherr, «sarà presa» nell’interesse del club”.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here