Quanto vale vincere la Coppa Italia
Giorgio Chiellini alza la Coppa Italia dopo il successo contro il Milan (Foto Insidefoto)

Tutti dicono che non piace e il suo format è da cambiare, intanto la Coppa Italia in tv continua a macinare ascolti record e la Rai gongola. In attesa della sfida tra Juventus e Milan di stasera che si preannuncia scoppiettante in termini di audience, la tv di Stato può dirsi soddisfatta della performance incassata nel martedì sera televisivo di questa settimana: Napoli-Fiorentina è stata vista da 5,6 milioni di telespettatori, con uno share del 20%. Nessun programma in tv ha fatto meglio, né come quota nella fascia oraria e nemmeno per quanto riguarda il dato assoluto sulle 24 ore. Insomma, benone.

La prima partita dei quarti di finale 2016-2017 ha battuto il momentaneo record stagionale della Coppa, toccato con Juventus-Atalanta dell’11 gennaio che aveva superato i 5,1 milioni di telespettatori. Le altre partite giocate in prime time, ad eccezione di Milan-Torino con 4,7mln di persone davanti alla tv, non si sono avvicinate a questi numeri, complice anche la scelta di viale Mazzini di non ospitare il football sulla rete ammiraglia, delegando tutti i match (tranne Juve-Atalanta) su Rai 2 e una sola partita, Roma-Sampdoria, su Rai 3.

La lezione sarà stata compresa dal management di Saxa Rubra, visto che i quarti di finale sono tutti su Rai 1, tranne proprio la partita che vedrà in campo la squadra di Luciano Spalletti che sfiderà il Cesena il primo febbraio in casa con diretta in programma su Rai 2 alle 20.45.

Far spazio alle altre partite sulla prima rete Rai significa puntare forte sul calcio e, diciamo così, testare il pubblico: Juve-Atalanta agli ottavi e Napoli-Fiorentina ai quarti hanno registrato inequivocabilmente numeri da Champions League e le previsioni sono più che rosee visto che il record toccato ieri sarà con ogni probabilità battuto stasera grazie alla sfida Allegri-Montella dello Stadium.

Come si sussurra da tempo, con Mediaset Premium che sembra essere sempre più lontana dal pallone, la Rai potrebbe essere interessata a conquistare i diritti in chiaro del prossimo triennio di Champions League, correndo da sola o eventualmente in partnership con Sky. Per questo la Coppa Italia diventa un mezzo per capire se ne vale la pena davvero: Napoli-Fiorentina ha fatto meglio di cinque su sei partite trasmesse da Mediaset nella prima fase di UCL in questa stagione ed è un buon punto di partenza. Ma se è merito della vittoria di Maurizio Sarri o della squadra-Rai lo valuterà il dg Antonio Campo Dall’Orto; prima che scada il bando UEFA per il prossimo triennio di calcio in tv.