Gennaro Gattuso foto Daniele Buffa/Image Sport/Insidefoto

La cessione del Pisa è vicina, la distanza che separa domanda e offerta è di appena il 5%. Lo scrive il quotidiano toscano Il Tirreno. Secondo quanto viene riportato da ambienti vicini al club da diversi mesi è in cerca di un compratore si è “ai dettagli” per la cessione della società al gruppo Magico guidato dalla famiglia Corrado. Solo un paio di giorni fa il sindaco della città aveva chiesto all’attuale proprietà di fare un passo avanti nella vendita: “Petroni accetti l’offerta”, ha detto il primo cittadino Simone Fillippeschi. Per quanto risulta a Il Tirreno il consiglio sarebbe stato seguito dal patron e infatti “l’intesa economica in pratica è stata trovata”, scrivono i cronisti.

Venerdì il Pisa giocherà contro il Bari per il turno di Serie B e potrebbe essere il primo match della nuova era. Il presidente della Lega di B, Andrea Abodi, protagonista (da garante) dell’intera trattativa ieri parlando con Sky ha spiegato di augurarsi che la trattativa si possa chiudere presto e ha aggiunto che per come la vede lui “la partita di venerdì sera per me si fa”.

Abodi ha detto di rispettare e capire “la preoccupazione dei tifosi, quelli del Pisa ma anche in generale” anche se per quanto riguarda la partita pisana orma “siamo al dunque: dopo la selezione dell’offerta migliore, adesso sta alle valutazioni della parte cedente. Il valore effettivo dell’offerta è di 7 milioni, le parti sono vicine, c’è stata grande buona volontà dall’offerente, disponibilità da chi l’ha ricevuta, adesso siamo alle battute finali”.

Insomma, l’andamento dell’affare dovrebbe riuscire a bloccare la protesta dei tifosi toscani che da alcuni giorni manifestano contro la proprietà incapace di cedere le proprie quote del club. Se il timing di Abodi dovesse essere rispettato, il Pisa potrebbe trovare una nuova proprietà già tra oggi e domani. La fiducia non manca.