formula 1 ascolti sky 2016
(foto Insidefoto.com)

Presidente Aci Sticchi Damiani: l’assemblea dell’Automobile Club d’Italia ha confermato Angelo Sticchi Damiani Presidente dell’Aci per il quadriennio 2017-2020 con il 97% dei voti. Lo comunica l’Aci con una nota sul proprio sito. Nato a Lecce 70 anni fa, coniugato, due figli, ingegnere civile e progettista di strade, Sticchi Damiani fa parte della Federazione ACI fin dal 1975, anno nel quale entra nella Commissione Sportiva Automobilistica Italiana.

Nel 1990 è nominato presidente dell’Automobile Club di Lecce. Nel 2009 è al vertice della Csai e nel 2011 viene eletto per la prima volta Presidente dell’Automobile Club d’Italia. Tra i suoi incarichi anche quello di Consigliere nazionale del CONI, che gli ha attribuito la Stella d’Oro al merito sportivo nel 2010. A livello internazionale, Sticchi Damiani è membro del Senato FIA, del Consiglio Mondiale dello Sport FIA e dell’Euroboard FIA.

L’Aci dal 1905 è affiliata alla FIA, Fédération Internationale de l’Automobile, attraverso cui gestisce manifestazioni di carattere internazionale. L’Automobile Club d’Italia, come si legge sul sito Internet, è titolare sul territorio nazionale del potere sportivo automobilistico che gli proviene dalla FIA e che fa dell’organizzazione la Federazione nazionale per lo sport automobilistico riconosciuta dal CONI.

Sticchi Damiani è l’uomo che ha ‘combattuto’ per mantenere il GP d’Italia a Monza: “Per prossimi GP d’Italia di F1 a Monza – aveva detto presentando il rinnovo dell’accordo – firmeremo un contratto da 68 milioni euro, al 100% a carico di ACI e Regione Lombardia. Mi tremano i polsi”. Come è noto, infatti, il Gp d’Italia di Formula 1 resta a Monza: il tanto agognato annuncio è arrivato a settembre in occasione del week end di gare del Gp 2016. Si correrà fino al 2019.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here