nuovo stadio Atletico Madrid
Il Vicente Calderon, vecchio stadio dell'Atletico Madrid (Insidefoto.com)

Nuovo stadio Atletico Madrid. Si avvicina il momento in cui l’Atletico Madrid avrà il suo nuovo stadio (se le tempistiche saranno rispettate il trasferimento avverrà a partire dalla prossima stagione), ma iniziano già a trapelare alcune informazioni  in merito a un impianto che punta a essere confortevole. Oltre all‘illuminazione spettacolare fornita dal nuovo sponsor Philips, la struttura punta a essere un vero modello di sostenibilità.

Questo aspetto potrà essere garantito dalla scelta oculata dei materiali utilizzati e dalla possibilità di riutilizzare l’acqua piovana. Il tutto per diminuire il più possibile l’impatto ambientale.

L’utilizzo dell’energia solare per la produzione di acqua calda consentirà infatti di ridurre in maniera notevole le emissioni di CO2. Le conseguenze positive non sono finite qui: sarà inoltre possibile ridurre il consumo energetico della struttura a 75 MegaWatt/ora e il consumo di gas naturale a 10 mila metri cubi.

Il nuovo stadio dell’Atletico Madrid sarà inoltre il primo a essere dotato di illuminazione a LED, una caratteristica che secondo i progettisti non servirà solamente ad aumentare il livello di spettacolarità. Questo tipo di lampade, infatti, consentono la riduzione di potenza e di consumo energetico di circa il 30% e diminuiscono in maniera sensibile i costi di manutenzione rispetto a un impianto con illuminazione tradizionale con lampade fluorescenti. Viene così eliminato totalmente l’utilizzo del mercurio, un aspetto determinante anche per migliorare la salute delle persone presenti allo stadio.

I lavori dovrebbero terminare a giugno 2017, in modo tale da consentire ai “Colchoneros” di giocare nel nuovo impianto a partire dall’inizio della prossima stagione. Il cambiamento per i tifosi sarà notevole, grazie all‘aumento della capienza che consentrà di opsitare 67 mila persone.

E’ previsto inoltre l’inserimento di una copertura per giocare in ogni condizione meteorologica: la struttura sarà lunga all’incirca 286 metri e larga 248 metri tra est e ovest con una superficie totale di circa 46.500 metri quadrati. La struttura sarà composta da due anelli di acciaio, uno interno e uno esterno, uniti da cavi, anch’essi di acciaio, tutti coperti da membrane di fibra di vetro di politetrafluoroetilene (chiamati anche PTFE o teflon), un materiale traslucido che è già stato utilizzato in altri grandi stadi come Maracana o Berlino Olimpico.

Il design della copertura si riflette nella parte inferiore della struttura impedendo che le onde sonore presenti lascino lo stadio per dare ancora più risalto a cori e applausi dei tifosi presenti sugli spalti.

 

 

 

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here