Il Comune e il Real Madrid presenteranno a breve il nuovo accordo raggiunto per poter ristrutturare il Santiago Bernabeu, lo stadio dove la formazione campione d’Europa gioca le sue gare casalinghe. Questa decisione arriva dopo quanto accaduto nel mese di marzo quando il Tribunale di Madrid aveva richiesto una modifica al piano inizialmente presentato. A riportarlo è il quotidiano spagnolo “Marca”

Il Real non ha la possibilità di costruire su un terreno pubblico per dare atto alle modifiche tecniche inserite nell’ultimo progetto. L’hotel, che poteva essere costruito a condizione di non richiedere un ulteriore aumento dello spazio edificabile, non sarà quindi realizzato.

Il nuovo progetto prevede anche l’introduzione di alcune modifiche al Museo, uno dei posti visitati da numerosi appassionati, non solo dai tifosi della formazione “blancos”.

Al momento non è stato ancora deciso ufficialmente quando potranno prendere il via i lavori, ma l’ideale sarebbe porterlo fara già dalla prossima estate, al termine delle gare ufficiali. Se tutte le tempistiche saranno rispettate, il nuovo Santiago Bernabeu potrà essere realtà entro due anni e mezzo. Questo consentirebbe di anticipare la tabella di marcia, che prevedeva inizialmente di partire dall’estate del 2018.

L’impianto dovrebbe essere inoltre dotato di un rivoluzionario tetto a comparsa, che consentirà un’utilizzazione costante della struttura. Per quanto riguarda invece la capienza, non dovrebbero essere introdotte modifiche sostanziali rispetto alla situazione attuale (85.454 posti).

Il progetto prevede inoltre l’introduzione di alcuni cambiamenti importanti alle aree destinate ai vip e quelle di uso commerciale. Si punta in questo modo a incrementare le entrate per sfruttare al massimo le risorse dello stadio.

I lavori che porteranno alla realizzazione del nuovo Santiago Bernabeu saranno finanziati dal fondo IPIC, di proprietà di CEPSA, che potrà dare il proprio nome allo stadio situato vicino all’impianto del Real Madrid. Il costo varia tra i 350 e i 400 milioni di euro.

Nella giornata di domani il Comune della capitale spagnola dovrebbe consegnare l’atto ufficiale per la realizzazione del progetto. A Madrid attendono questo momento per dare l’annuncio ufficiale.

1 COMMENTO

  1. In Italia invece siamo sempre dietro nella questione stadio……. il problema è che per i Mondiali’90 hanno costruito/ampliato stadi giganti…. media spettatori ultimi 15 anni: Juve 35.000 (Delle Alpi 75.000), Napoli 40.000(San Paolo 60.000), Milan e Inter 52.000 (San Siro 80.000), Roma e Lazio 35.000 (Olimpico 72.000), Bari 20.000 (San Nicola 60.000)……………. adesso tutti vogliono ridurre la capienza…. dobbiamo rinnovare in fretta i nostri impianti…. la Juve ha costruito lo Stadium(molto bello, funzionale e genera ricavi 42.000spettatori), la Roma vuole uno nuovo da 60.000 posti e la miglior soluzione per San Siro aspettando i cinesi sarebbe fare un restyling e tornare ad essere uno stadio da 60.000 posti come prima dell’ampliazione di 1990, abbassare il tetto, costruire un nuovo edificio servizi insieme a San Siro con visiva campo al terzo annello, con vetrate dove si può vedere le partite

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here