collezione macchine Ibrahimovic
L'attaccante del Manchester United Zlatan Ibrahimovic (Foto Insidefoto.com)

Un anno con il segno più quello del Manchester United che archivia la stagione 2015-2016 con un utile netto di 36,4 milioni di sterline, quasi 43 milioni di euro al cambio attuale. Il club della famiglia Glazer tocca il record in termini di fatturato e registra i 515,345 milioni di sterline di revenue (608,9 euro), in netto aumento rispetto ai 395 milioni incassati nello scorso esercizio (+30,4% yoy)Il risultato operativo della società al 30 giugno 2016 è di 68,9 milioni di sterline, l’Ebitda Adjusted di 191,9mln di pound.

Con la pubblicazione dei conti è confermato il dividendo semestrale da 0,09 dollari per azione che sarà pagato a gennaio. L’outlook per il 2017 è al rialzo e il club prevede di toccare i 530-540 milioni di sterline di fatturato, un aumento in percentuale inferiore rispetto a quello dell’anno appena chiuso perché la squadra allenata da José Mourinho non giocherà la Champions League e dovrà rinunciare ai relativi incassi. 

Bilancio Manchester United 2015-2016
Bilancio Manchester United 2015-2016

I costi della società si sono attestati ad oltre 436 milioni di sterline e, come le revenue, sono cresciuti rispetto all’esercizio scorso, ma ad un ritmo inferiore di tutto il resto: +12,08% yoy. Tra i costi, sono stati inseriti anche 15,1 milioni di sterline di costi eccezionali, imputabili all’esonero di Van Gaal e del suo staff per 8,4 milioni e alla svalutazione di un giocatore “non più considerato un membro della prima squadra”, cioè Bastian Schweinsteiger, per 6,7 milioni di sterline.

A permettere il risultato in utile di oltre 36 milioni di sterline è stato insomma il sostanziale aumento dei ricavi registrato dai Red Devils in una stagione tutto sommato sfortunata dal punto di vista sportivo. È la prima società del calcio britannico a sfondare quota 500 milioni di sterline di fatturato e questo anche perché, come sottolinea il club presentando i risultati di fine anno, solo durante l’esercizio fiscale di riferimento il ManUn ha siglato 14 contratti di sponsorizzazione.

Le aspettative per futuro sono positive. A partire da questa stagione ci sarà l’aumento del 70% dei ricavi da diritti tv per la Gran Bretagna e del 40% per la loro cessione all’estero. Il broadcasting nel 15-16, con i suoi 140,4 milioni di sterline, ha pesato per il 27,2% sull’intero monte ricavi, più di quanto non siano valse le entrate da matchday, ferme al 20,7% del fatturato totale (106,6mln). È il commerciale che genera, da solo, oltre la metà degli incassi: il suo peso è del 52,1% sul totale delle revenue: 268,3 milioni di sterline, + 36.3% sull’anno precedente quando gli incassi si erano fermati a 196,9 milioni.