Wanda sei mesi 2016 – Un primo semestre 2016 da incorniciare per Wanda Group, almeno per quanto riguarda i ricavi. La società nella mani del miliardario cinese Wang Jianlin, con svariati interessi nel mondo del calcio, come il 70% di Infront e il 20% dell’Atletico Madrid, archivia i primi sei mesi dell’anno con un aumento di fatturato del 10,6% rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. I ricavi si attestano a 119,9 miliardi di yuan, ovvero 16,1 miliardi di euro al cambio di oggi (6 luglio 2016). Lo ha comunicato la stessa società senza specificare, tuttavia, quale sia il risultato finale della gestione finanziaria del gruppo nei primi sei mesi dell’anno. La società ha sottolineato che il fatturato semestrale di gruppo supera del 111% gli obiettivi fissati per il periodo.

La Cina, il mercato di casa, è il principale spazio dove raggranellare revenue. I ricavi all’estero rappresentano attualmente il 14,8% dell’intero fatturato di Wanda Group: 17,9 miliardi di yuan (2,4mld in euro) in soli sei mesi di attività, con un aumento yoy del 78,68%.

I ricavi di gruppo comprendono le svariate attività di Wanda che spaziano dall’intrattenimento all’immobiliare, passando per cinema e turismo. Il fatturato della Wanda Cultural Industry Group è cresciuto nel periodo di riferimento del 57%: ricavi a 29,9 miliardi di yuan (quasi 4 in euro), il 25% del risultato complessivo. All’interno dell’industria culturale è custodita la neonata società sportiva che lega Infront, l’Atletico Madrid e la World Triathlon Corporation (WTC). I ricavi della Wanda Sports Holding Company si attestano a 3,39 miliardi di yuan e cioè a 457 milioni di euro circa. Un risultato che comunque permette di superare del 104,8% il target previsto dal piano per la prima metà dell’anno. L’attesa, ora, è scoprire quanto la società incasserà grazie all’accordo siglato con la FIFA a metà marzo.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here