calciatori ceo chi guadagna di più – Tra un top-player e un manager di altissimo livello, chi guadagna di più? Il World Economic Forum, in occasione di Euro 2016, ha confrontato gli incassi dei primi sei calciatori europei (dati Forbes) con gli stipendi di altrettanti ceo di multinazionali del FTSE 100, l’indice di Borsa che unisce le cento società più capitalizzate del London Stock Exchange. Risultato: in vetta su tutti c’è Cristiano Ronaldo che supera l’amministratore delegato di WPP, Martin Sorrell, stoppato in seconda posizione. Più in generale, i calciatori mettono insieme (tra stipendi e sponsor) 206,5 milioni di euro; i sei ceo si fermano a 171,7 milioni.

CalciatoriVsCeo
CalciatoriVsCeo dati Forbes – Business Insider, ricerca World Economic Forum

CR7 è irraggiungibile: nel 2015 il suo personale totale è stimato in 78,3 milioni di euro, grazie a svariate sponsorizzazioni (tra cui quella Nike) e stipendio del Real Madrid. Il suo è un vero impero economico, tanto da staccare di una quindicina di milioni Sorrell: il fondatore e ceo di WPP (162mila dipendenti, uffici in 110 paesi del mondo) ha guadagnato 63,4 milioni di euro nel 2015. In terza posizione Zlatan Ibrahimovic, distante dal duo in vetta: guadagno stimato in 33 milioni di euro circa, anche se rischia di uscire da questa classifica visto che il suo contratto con il PSG scadrà a fine giugno 2016.

Subito dietro il capitano della Svezia c’è Gareth Bale: la sua fortuna sfiora i 32 milioni di euro all’anno, grazie ai 22 di stipendio Real e ai 9 di sponsorship. Fa meglio, insomma, di Ben Van Beuren della Royal Dutch Shell: la Shell ha realizzato un utile netto nel 2015 di 1,9 miliardi di dollari, nonostante la crisi del petrolio; il suo ceo guadagna 28,7 milioni di euro. Tanto, ma sempre meno dei tre top-player che lo precedono.

Erik Engstrom di Relx Group si ferma a 24,7 milioni, ma può dire di guadagnare più di Wayne Rooney (23), Bastian Schweinsteiger (19,9) ed Eden Hazard (19,5). Tra le due stelle del Manchester United si inserisce Peter Long, ex ceo di Tui Group: fino al 2015 era a capo della società turistica per una paga di poco superiore ai 20 milioni di euro. Chiudono l’originale classifica due amministratori delegati del mondo bancario: il ceo di Credit Suisse, Tidjane Thiam (17,4 milioni), e quello di Lloys Banking Group, Antonio Horta-Osorio. Il banchiere portoghese è ‘ultimo’: per lui 17 milioni di euro all’anno. Due mesi e mezzo da Cristiano Ronaldo.