Orange ha deciso di incrementare la sua presenza sul calcio francese. La società di telecomunicazioni ha infatti annunciato l’intenzione di dare il proprio nome allo stadio di Marsiglia fino al termine della stagione 2025-2026. Almeno per ora i dettagli finanziari sull’accordo stipulato non sono ancora stati rivelati.

Secondo quanto riporta la testata spagnola Palco 23, la collaborazione prevede anche la possibilità per la società di tlc di fornire il segnale wi-fi ai 67 mila spettatori che possono essere ospitati all’interno dell’impianto. La società, attraverso un comunicato, ha voluto spiegare meglio quali saranno le opportunità a disposizione delle persone presenti al Velodrome: “Saranno posizionati 1.000 terminali wireless che consentiranno a 20 mila dispositivi di connettersi simultaneamente per dare la possibilità agli spettatori di condividere foto e video. I media e gli organizzatori avranno inoltre la possibilità di beneficiare di copertura wireless nelle aree riservate”.

Stéphane Richard, CEO di Orange, ha voluto spiegare come sia nata l’idea di dare il proprio nome all’impianto di Marsiglia: “L’Orange Velodrome è il frutto di un’ambizione condivisa tra Orange e la città di Marsiglia che consente di entrare in una nuova fase e di accrescere l’importanza di entrambi non solo a livello nazionale, ma anche nel Mediterraneo. Orange, che aspira a offrire a ogni cliente un’esperienza unica, grazie a questa collaborazione mette la propria esperienza a disposizione degli appassionati di sport“.

Anche Jean-Claude Gaudin, sindaco di Marsiglia, ha voluto dire la sua sulla partnership soprattutto ora che l’impianto si appresta ad ospitare alcune gare di Euro 2016: “L’Orange Velodrome rappresentera l’unione tra una città in crescita, che può essere considerata una delle realtà migliori nel sud Europa, e il marchio Orange, che svolge un ruolo importante nell’economia francese e simbolo della reputazione del Paese a livello internazionale“.

Orange era già sponsor ufficiale della squadra transalpina, che può contare sul supporto di altre aziende importanti come Intersport e Adidas che figurano tra i partner principali. Altri sponsor del club sono la banca Caisse d’Epargne, Fky Emirates, Citroën, il bookmaker Winamax e la compagnia di assicurazione Les Mutuelles du Soleil.

Lo stadio Orange Velodrome di Marsiglia
Lo stadio Orange Velodrome di Marsiglia

Questa nuova partnership arriva proprio mentre Margarita Louis-Dreyfyus, proprietaria del club dal 2009 dopo la morte del marito, è alla ricerca di un investitore disposto a pagare 100 milioni di euro per l’acquisizione. A questa cifra andrebbero aggiunti altri 100 milioni per sistemare il bilancio.

La vedova dell’ex CEO di Adidas nel corso della sua gestione ha immesso 40 milioni di euro per cercare di ripianare i costi, ma ora ha deciso di porre fine alle spese e di trovare una via di uscita. Dopo questa decisione il CEO, Philippe Perez, a gennaio a deciso di dare le dimissioni sottolineando le “differenze strategiche e finanziarie” con la donna.

Questa situazione, però, impedisce all’Olympique Marsiglia, uno dei club più in voga nel panorama europeo negli anni ’90, di competere anche a livello nazionale con il Paris Saint Germain, vincitore delle ultime quattro edizioni di Ligue 1. Al momento, secondo alcuni media francesi, ci sarebbero colloqui in corso con alcuni investitori provenienti da India e Stati Uniti.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here